Maestra insulta e discrimina bambini, accusata insieme al preside

Redazione

Siete un branco di scemi, non capite niente, siete degli asini, tornatevene nella giungla da dove siete venuti, branco di scimmie ladre” Oppure “stai fermo altrimenti ti spacco la faccia, ti prendo a calci nel sedere, meno male che finisce la scuola così quando non ti vedrò più, stapperò lo champagne

E ancora “ma guarda se devo occuparmi di un bambino che ha la faccia colore della m…” Assurdo a dirsi, ma proprio con queste frasi una “maestra” si è rivolta ad alcuni bambini della sua classe elementare a Traversetolo, in provincia di Parma.

I genitori dei bambini si erano accorti che qualcosa non andava e si sono lamentati col preside della scuola ,che però non ha assunto una posizione nei confronti della vicenda e non ha preso alcun tipo di provvedimento.

La Procura di Parma, a seguito delle denunce, ha aperto un’indagine conclusasi con maestra e preside sotto accusa: lei per maltrattamento di minori con finalità di discriminazione e odio etnico-razziale, il secondo per aver omesso di denunciare la maestra all’Autorità Giudiziaria.

Next Post

Catanzaro giovane diciottenne accoltellato a morte

Un giovane diciottenne di Catanzaro è stato colpito a morte con un coltello da un altro ragazzo che secondo le prime indiscrezioni è un suo coetaneo. Al momento gli inquirenti non hanno diffuso le generalità dell’aggressore. Si conosce, invece, il nome della vittima, si chiamava Marco Gentile e ha trovato […]
Catanzaro giovane diciottenne accoltellato a morte