Maltempo, Olbia ha dichiarato lo stato d’emergenza

Insieme ad ottobre, sull’Italia, ed in particolare sulle regioni del sud, è arrivato prepotentemente anche il maltempo, con un brusco e repentino abbassamento delle temperature.

La Sardegna è stata costretta a dichiarare addirittura lo stato di emergenza: dopo oltre 12 ore di piogge ininterrotte, i canali sono tutti al livello di guardia.

I corsi d’acqua esondati già nel 2013, continuano a mostrare la loro fragilità: poco dopo le 16.30 il rio Siligheddu, già tracimato in mattinata nella zona di Isticadeddu, ha straripato anche nel quartiere Bandinu, il più colpito dall’alluvione di due anni fa.

Il sindaco di Olbia, dopo il via libera avuto dal prefetto di Sassari e del Genio Civile, ha disposto la demolizione del ponte che attraversa proprio il Rio Siligheddu, che era stato distrutto dall’alluvione precedente e ricostruito due mesi dopo. “Un tappo”, l’ha definito il sindaco che due anni fa aveva sollevato delle perplessità nella ricostruzione del ponte, per la quale erano stati spesi 80 mila euro.

“Il sindaco di Olbia ha dichiarato lo stato d’emergenza, stiamo facendo arrivare in zona uomini e mezzi”, ha detto il governatore sardo Francesco Pigliaru e l’assessore all’Ambiente Donatella Spano ha poi aggiunto: “Il sistema è stato messo alla prova in questi giorni, una macchina imponente composta da 10 mila tra donne e uomini della Protezione civile, 70 unità, duemila addetti dell’Ente foreste, 600 mezzi, 720 unità del corpo forestale, sette colonne mobili pronte a intervenire e due colonne attive già su Olbia”.

Loading...
Potrebbero interessarti

Due ragazzini caduti in un dirupo, salvi

Roma. “Aiuto, siamo finiti in un burrone” queste le parole di aiuto…

Roma, militare 31 enne accusato della violenza alla 16 enne

Aveva creato tantissimo scalpore quello accaduto solamente due notti fa, quando una…