Mara Carfagna, fuori dalla storia sfidare Berlusconi

“Berlusconi è il leader di Forza Italia, non è candidabile sulla base della legge Severino. Non condivido il fatto di sfidare la leadership di Berlusconi, continua ad essere accolto con un affetto e una partecipazione incredibili. Sfidare la sua leadership all’interno del nostro partito sarebbe una cosa fuori dalla storia”: bhe almeno non si può dire che non ricordi da dove viene e chi l’ha aiutata ad occupare la poltrona che cerca di tenersi stretta.

La sviolinata è di Mara Carfagna, esponente del centro destra, che ospite de ‘L’Intervista’ di Maria Latella su SkyTg24, parla a proposito dell’annuncio del leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, di riformare Forza Italia, creando un nuovo partito con a capo un suo delfino, un uomo di fiducia, senza bisogno di passare per le elezioni primarie.

“Bisogna ricostruire il centrodestra e bisogna capire se gli attori hanno voglia di ricostruirlo o meno. Bisogna capire anche Salvini cosa ha intenzione di fare, se vuole favorire la ricostruzione del centrodestra o passare alla storia come il leader della Lega che più l’ha portata in alto nei sondaggi. Bisogna capire chi vuole costruire una alternativa a Renzi e chi invece vuole salvaguardare il proprio egoismo identitario”, continua la Carfagna, ottimista dopo le parole di Berlusconi che, in Campania, ha espresso l’augurio di una donna alla guida del centrodestra (ma escludendo la figlia Marina).

Tanto a cui pensare, tanto a cui lavorare, sempre nel campo della politica, senza rinnegare nulla del passato: Il mio passato non mi pesa. Non ho nulla di cui vergognarmi. Ho dimostrato di amare il mestiere che faccio con grande serietà e rigore. Se il mio impegno fosse servito anche solo a varare la legge sullo stalking mi riterrei abbastanza soddisfatta”, ha concluso.07

Next Post

Malesia, rinvenute decine di fosse comuni contenenti migranti

Un orrore senza fine, scoperte che dimostrano come la civiltà e il rispetto della vita umana in alcune zone del mondo sembrano non avere la stessa importanza che altrove. Proprio in queste ore la Malesia, attraverso le parole del suo ministro dell’Interno, Ahmad Zahid Hamidi, ha confermato che fosse comuni […]