Marco Predolin non corregge il tiro e sbotta sui social

Lo scorso lunedì sera, durante la diretta del Grande Fratello Vip, non è stata scritta una pagina troppo edificante della televisione italiana: quasi l’intera puntata è stata dedicata all’omosessualità ed in special modo all’omofobia, dato che molti dei concorrenti in gara si sono lasciati andare, sovente, ad esternazioni contro i gay che ci riportano indietro di almeno un secolo.

Nel corso della stessa puntata, per i suoi atteggiamenti ed anche per una bestemmia, Marco Predolin è stato espulso: il conduttore è stato sbattuto fuori dalla casa più spiata d’Italia, che ha lasciato non prima di aver accusato telespettatori e produzione di averlo voluto “ributtare nel fango”.

Dopo il caos delle prime ore, Predolin ci ha tenuto però a sottolineare che ora è molto felice, poiché molto presto ritornerà in televisione e cercherà di far capire, con tutti i mezzi possibili, la propria posizione e cercherà di farsi conoscere per la persona buona che è, non per quello che in molti lo stanno accreditando nelle ultime ore.

Predolin infatti ha rivelato che ritornerà in tv sia sabato che domenica su Canale 5 con queste parole: “Sto bene. Sentirete parlare di me nei prossimi giorni. Sto bene e piano piano mi riprenderò quello che in certo senso mi è stato tolto”.

Il conduttore però ha anche deciso di togliersi qualche sassolino dalle scarpe. Così, con una diretta su Instagram ha presentato la sua famiglia e ha chiarito una volta per tutte cosa è successo all’interno della casa del Gf Vip.

“Per prima cosa – ha spiegato – voglio salutare i gay intelligenti, per quelli frustrati non posso farci niente. Da questa storia la mia famiglia ha ricevuto una bella batosta. Non faccio marcia indietro. Se posso aver offeso qualcuno chiedo scusa, non era mia intenzione offendere nessuno sia per quanto riguarda la religione che per quanto riguarda i gay”.

Poi continua: “Voglio che anche voi non siate incazzati perché piano piano mi riprenderò tutto quello che mi è stato tolto dai coglioni e dai frustrati che si nascondono. Io ho rivisto quello che ho detto, ho fatto un’allegoria di dove mi trovavo. Chi ha inteso questo come ‘bruciamo i gay in quanto gay’ è fuori luogo. Con mannaggia la M…, intendevo la cantante. Non riuscirà a cantare più perché è vecchia. Non sto scherzando, non volevo offendere nessuno”.

E ancora: “Un’altra cosa che mi fa incazzare. Molte categorie vengono attaccate ma mai nessuno si è offeso. Però bisogna stare attenti a non offendere i gay. Ci sono i gay intelligenti e i gay coglioni. Come ci sono gli etero intelligenti e quelli coglioni. Non abbiamo fobie in Italia, siamo un popolo meraviglioso…”.

Loading...
Potrebbero interessarti

Gabriel Garko non ripeterebbe l’esperienza di Sanremo

Dal palco dell’Ariston non ha certo brillato per disinvoltura e presenza scenica,…

Il Segreto, anticipazioni lunedì 30 maggio

Dopo lo straordinario appuntamento di ieri sera in prima serata, che non…