Maria Elena Boschi al concerto di Mika a Firenze il 30 settembre

Redazione

Sta facendo molto discutere, negli ultimi giorni, la triste vicenda che ha coinvolto il celebre cantautore libanese naturalizzato britannico Michael Holbrook Penniman Junior, conosciuto con il nome d’arte Mika. L’artista il prossimo 30 settembre 2015 si esibirà in concerto nella bellissima città di Firenze e proprio in questa città, sui manifesti del prossimo concerto, qualcuno con un pennarello nero ha scritto “frocio” e un fan ha deciso di inviare l’immagine all’artista che ha commentato la vicenda scrivendo un lungo post in cui ha affermato di non avere paura di chi lo discrimina ed inserendo l’hashtag #rompiamoilsilenzio.

Il sindaco di Firenze, Dario Nardella, ha invece commentato il triste gesto affermando “In questi casi il silenzio sarebbe soltanto indifferenza ed egoismo, è giusto denunciare situazioni di discriminazione così gravi in questi casi il silenzio sarebbe soltanto indifferenza ed egoismo, è giusto denunciare situazioni di discriminazione così gravi. Ho condiviso il gesto coraggioso di Mika nel denunciare questo manifesto con questa scritta offensiva e omofoba abbiamo disposto immediatamente la rimozione, e credo sia stata sollevata una denuncia contro ignoti per reati di omofobia”.

In molti hanno espresso la loro solidarietà all’artista, tra questi anche il ministro per le Riforme e i Rapporti con il Parlamento Maria Elena Boschi che su Twitter ha condiviso la fotografia dei biglietti del concerto di Mika a Firenze il 30 settembre e ha scritto “A Firenze il 30 settembre #rompiamoilsilenzio con la musica di Mika”.

Next Post

Benedict Cumberbatch e il suo appello ai fan

Smartphone, fotocamere, videocamere e altre attrezzature tecnologiche fanno ormai parte della nostra vita in maniera costante e, ovunque ci troviamo, siamo soliti fotografare e filmare tutto. Ma, se da una parte immortalare ogni momento ci permette di conservare a lungo il nostro ricordo, dall’altra parte bisogna considerare che esistono luoghi […]