Marino contro Renzi, si è preso Roma
Marino contro Renzi, si è preso Roma

Ignazio Marino contro il Premier: “Renzi si è preso Roma, voleva controllarla”.

Le dichiarazioni di Ignazio su Facebook sono molto dure, perché dice che “chi non si allinea viene bandito. Continua a dire basta polemiche, ma poi insiste con gli insulti e le provocazioni”.

“Non si rende conto, o forse non gli interessa, che insultando me insulta le centinaia di migliaia di cittadini che mi hanno scelto come sindaco prima alle primarie, poi al primo turno, poi al ballottaggio”.

La guerra fra l’ex Sindaco di Roma e il Presidente del Consiglio, è ormai aperta. Il veleno esce fuori dalla parole di Marini, e il sarcasmo e la strafottenza da quelle di Renzi.

Alla fine rimane una Roma a terra, sballottata a destra e a manca, non governata. Con un commissario che, come primo atto, si inchina al Papa e gli bacia la mano, come fanno gli esseri sottomessi.

Il Pd non ne esce bene. Anzi, per ora non ne esce proprio, ed è chiaro che il prossimo candidato a sindaco del centrosinistra, non potrà essere un esponente del Partito Democratico.

Marino ce l’ha messo il Partito Democratico. Che succederà? Sarà Alfio Marchini a tessere le fila del centrosinistra? I giochi sono aperti.

Loading...
Potrebbero interessarti

Affonda barcone di migranti, 18 morti

E’ affondato nel Mar Egeo un barcone di migranti . Morte 18…

Sicilia, Francantonio Genovese lascia Pd per passare a Forza Italia

Dopo un anno tra carcere e arresti domiciliari, l’ex segretario Pd siciliano…