Mark Zuchkerberg e la telepatia come comunicazione del futuro

Sappiamo bene che la differenza tra una persona cosiddetta “normale” e una “speciale”, sta anche nella capacità di guardare avanti, di proiettarsi nel futuro pur restando con i piedi per terra nell’attuale presente.

Come accade spesso, il genio che ha dato vita al social più usato e conosciuto al mondo, si abbandona ad un contatto diretto con l’utenza del suo social, rispondendo a domande che spesso svelano importanti retroscena sul futuro prossimo e in particolare sui progetti che ha in mente.

Anche stavolta Mark Zuchkerberg non è stato affatto avaro di spiegazione e, tra una risposta data a Stephen Hawking che gli chiedeva a quale grande domanda della scienza avrebbe desiderato dar risposta, e una ad Arianna Huffington, che gli chiedeva del futuro dell’editoria, ha spiegato qual è la sua idea di condivisione nel futuro.

Rispondendo ad un quesito postogli da un utente,  Zuckerberg ha spiegato che “ci sono pochi ma importanti tendenze nella comunicazione umane che speriamo di migliorare. Prima – ha ricordato – abbiamo condiviso testi, ora postiamo principalmente foto. Nel futuro i video saranno molto più importanti delle foto. Dopo tutto questo verranno esperienze totalizzanti come essere immersi nella realtà virtuale e saranno la norma. Dopo avremo il potere di condividere tutta la nostra gamma di sensi ed esperienze emotive con la gente quando vorremo”.

In pratica, un giorno saremo “in grado di pensare a qualcosa e i nostri amici potranno immediatamente percepire la stessa cosa”.

Ma, in attesa della telepatia, parlando della tecnologia di un futuro più prossimo, Zuckerberg ha parlato di Intelligenza Artificiale e dei passi in avanti fatti  nel settore del machine learning e nello sviluppo dei visori Oculus Rift.

2 comments
  1. Futuro?Quanto pensa che possa durare ancora facebook?Altri 2-3 anni, la gente si stufa amico mio.

Comments are closed.

Loading...
Potrebbero interessarti

La vita è solo una simulazione, le rivelazioni di Musk

Stiamo probabilmente vivendo in una simulazione continua, lo rivela il fantomatico Elon…

BMW, Serie speciali per celebrare 50 anni in Italia

BMW festeggia i suoi 50 anni in Italia con le Serie speciali…