Marte, il satellite Phobos fotografato dalla sonda Exomars

Eleonora Gitto

Il satellite di Marte Phobos fotografato dalla sonda Exomars.

Dopo le sorprendenti prime immagini di test della settimana scorsa, la camera Cassis ha cominciato il suo vero e proprio lavoro col programma di riprese della luna di Marte.

Le riprese sono state effettuate a soli 7.700 chilometri di distanza dalla superficie. Le immagini sono state acquisite il 26 novembre.

La navicella è arrivata in zona Marte il 19 ottobre. Phobos è una piccola luna del pianeta rosso, che orbita a soli seimila chilometri di distanza.

Per fare un esempio, la nostra Luna orbita mediamente intorno alla Terra a una distanza di 350.000 chilometri.

Nick Thomas, dell’Università di Berna, responsabile scientifico della camera stereoscopica Cassis, commenta così il lavoro che si sta svolgendo: “Anche se immagini ad alta risoluzione di Phobos sono già state ottenute da altre missioni, come Mars Express dell’Esa e Mars Reconnaissance Orbiter della Nasa, questo test ci ha fornito una buona prova di cosa possiamo ottenere con i nostri dati in un tempo molto breve”.

L’obiettivo principale di Exomars è di individuare e registrare i gas rari che si trovano nell’atmosfera del pianeta rosso, per farne un preciso inventario: metano, vapore acqueo, biossido di azoto e acetilene sono fra questi.

Next Post

Nuoro, incredibile furto alla Croce Rossa: rubato cibo ai poveri

Incredibile furto alla Croce Rossa di Nuoro: rubato cibo ai poveri. Fortunatamente la polizia è riuscita a individuare immediatamente gli autori di questo furto particolarmente esecrabile. Il tutto è successo lunedì notte nella sede della Croce Rossa in via Cucca, nella periferia di Nuoro. Una buona parte della refurtiva è […]
Nuoro, incredibile furto alla Croce Rossa: rubato cibo ai poveri