Martin Scorsese, con Silence torna a parlare di fede

Martin Scorsese ha scelto di partire dal Vaticano per presentare al mondo Silence, un film di cui papa Francesco  ha detto «di sperare porti aiuto e sia di aiuto a chi soffre per la fede».

Il film, che chiude la trilogia della sua riflessione sulla fede dopo L’ultima tentazione di Cristo del 1988 e Kundun di dieci anni dopo, arriva dopo 28 anni, in un periodo storico in cui la fede appare una delle poche cose certe a cui aggrapparsi in un mondo in cui scarseggiano i valori.

«Il film – spiega Martin Scorsese – tocca temi e idee da sempre importanti per me, un senso della religione che magari hai nell’infanzia e che poi cambia, diventa un rifiuto, poi un’accettazione e infine ti accompagna tutta la vita».

Il film, tratto dal libro omonimo di Endo con il racconto del martirio dei missionari gesuiti nel Giappone buddista del 1600, è stato un sogno inseguito da sempre. “Già da ragazzo ho avuto sempre il senso della religione e, anche invecchiando, questa cosa non mi ha mai lasciato. Il libro di Endo – aggiunge il regista – me lo regalò circa 28 anni fa l’Arcivescovo di New York e mi entusiasmò subito. Già nel 1991 volevo realizzare questo film”.

“Nel corso di tutto questo tempo ho provato a capire meglio il libro, le sue idee e a comprendere meglio la mia vita e come era cambiata. In questo senso – sottolinea Scorsese – io e il romanzo abbiamo fatto un percorso in parallelo”.

“Mi auguro possa suscitare dibattito e riflessioni, anche e soprattutto tra i giovani, perché credo sia un film che parla di valori. La storia – indipendentemente da come io l’abbia resa, parla di valori e della dignità della vita umana, e se le persone si concedono il tempo di entrare in quel mondo, potrebbero interrogarsi su cosa possa e debba essere la morale nella nostra cultura: e farlo oggi, di fronte all’arroganza di personaggi che sembrano usciti da The Wolf of Wall Street e che sono oramai nelle stanze del potere”, chiosa.

Silence debutterà al cinema negli Stati Uniti alla fine di dicembre e in Italia il 12 gennaio.

Loading...
Potrebbero interessarti

Dolores Miranar, arrivano le bambole de Il Segreto

La storia de Il Segreto, fiction che ha riportato anche record di…

Maria De Filippi condurrà Sanremo ma senza cachet

La tanto attesa conferenza stampa di presentazione della prossima edizione del Festival…