Matteo Renzi e Prodi si riconciliano sull’Expo

Redazione

Parole distensive di Renzi nei confronti di Romano Prodi, praticamente pace fatta per i contrasti sui ruoli legati all’Expo di Milano.

All’inaugurazione del Acquae Venezia 2015, lo stesso Matteo Renzi conferma: “Non ci sono polemiche, nessuno di noi nega a Romano Prodi e al suo governo l’importanza straordinaria per Expo e non solo”, un messaggio chiaro e distensivo nei confronti di Prodi.

Smorzando ancora più i toni, il premier Renzi ha voluto sottolineare che molto spesso si mettono in piazza polemiche a dir poco incomprensibili, se dovesse servire c’è bisogno di chiarirle per andare avanti, tant’è che proprio sul palco, lo stesso Renzi e Romano Prodi si sono stretti la mano.

Stretta di mano e sorrisi, approvazione anche da parte di 4 che ha sottolineato questa stretta di mano con un commento, alla trasmissione di Rai Tre 1/2h: “Siccome Renzi è una persona intelligente ha capito che era necessario fare riferimento a Prodi non perché bisogna dargli soddisfazione, ma per il per il fatto che Expo in anni di grande contrapposizione tra destra sinistra e stata l’unica cosa bipartisan tra Prodi e la Moratti”.

Next Post

Alfano ed Expo: cortei e divieti come ultras

Il Ministro dell’Interno Angelino Alfano ha voluto chiarire alcuni particolari sui possibili divieti preventivi per i cortei, misure preventive per evitare situazioni fuori da ogni controllo come quelli accaduti a Milano in concomitanza con l’avvio dell’Expo. Il Corriere della Sera ha intervistato Alfano che ha voluto precisare l’idea sulle misure […]
Alfano ed Expo cortei e divieti come ultras