Meizu M5, dalla Cina l’Android low cost che conquista

Eleonora Gitto

E’ di fascia bassa ma il Meizu M5 appena presentato in Cina, è uno smartphone di tutto rispetto.

Il nuovo prodotto Meizu, infatti, ha delle caratteristiche molto interessanti. Intanto si presenta con un display HD da 5,5 pollici con risoluzione HD (1280×720 pixel).

Perciò offre una buona qualità visiva. Le sue dimensioni sono 147,28×72,8×8,15 millimetri per un peso di 138 grammi.

Utilizza il sistema operativo Yun OS 5.1 basato su Android Open Source Project con interfaccia FlyMe 5.5. Sotto la scocca, purtroppo, in policarbonato, si nasconde un processore octa core MediaTek MT6750 a 1,5 GHz, affiancato da 2 GB di RAM LPDDR3 e 16 GB di memoria flash eMMC 5.0.

Di questo dispositivo Meizu ha prodotto anche la versione con 3 GB di RAM e 32 GB di storage. Lo slot ibrido è capace di ospitare due nano SIM e una microSD fino a 128 GB.

Per quanto riguarda il comparto multimediale, troviamo una fotocamera posteriore con un sensore da 13 Megapixel, un obiettivo con 5 lenti e apertura f/2.2, e l’autofocus a rilevamento di fase (PDAF).

La camera frontale ha una risoluzione di 5 Megapixel con apertura f/2.0. I moduli Wi-Fi 802.11a/b/g/n, Bluetooth 4.0, GPS e LTE garantiscono la connettività.

Sotto il pulsante Home troviamo il lettore di impronte digitali per sbloccare lo smartphone in 0,2 secondi, e la batteria è di 3.070 mAh.

Meizu M5 sarà disponibile nei colori nero, bianco, verde, blu e oro. Il prezzo è di 699 yuan per la versione 2GB+16GB, e di 899 yuan per il modello da 3GB+32GB.

Next Post

Papa Bergoglio sui migranti: per integrarli ci vuole prudenza

Papa Bergoglio sui migranti: per integrarli ci vuole prudenza. Di ritorno dalla Svezia, dove ha celebrato una sorta di reunion con i Luterani a 500 anni dallo scisma, Papa Francesco come al solito rilascia la propria intervista a uso e consumo di mezzo mondo. Interrogato sulla questione dei migranti e […]
Papa Bergoglio sui migranti: per integrarli ci vuole prudenza