Messa la parola fine alla controversia Google-Mosley

“La controversia è risolta, con la soddisfazione di entrambe le parti”, ha annunciato l’avvocato Tanja Irion: dopo lo scandalo scoppiato nel lontano 2008 e dopo anni di botta e risposta finiti dinanzi ai giudici, il tutto è stato archiviato con un accordo rimasto per ora segreto.

Parliamo del famosissimo scandalo Google-Mosley, che vede il colosso tecnologico accusato di aver distribuito via internet delle immagini sadomaso riguardanti Max Mosley, l’ex capo britannico della Federazione Internazionale dell’Automobile (FIA).

Nel gennaio scorso, i giudici del tribunale di Amburgo avevano stabilito che il colosso di Mountain View avrebbe dovuto impedire che le immagini hard di Mosley fossero visualizzate attraverso il motore di ricerca, ma Google aveva presentato appello.

“L’accordo è confidenziale, sono felice e non voglio metterlo a repentaglio”, ha commentato Mosley, citato dal suo legale.

Ricordiamo che l’ex capo della Fia non se l’era presa solo con Google, ma aveva intentato tutta una serie di battaglie legali contro varie testate, riuscendo ad ottenere dal News of the World un risarcimento da 73mila euro.

Loading...
Potrebbero interessarti

Renzi, ad agosto 500 euro ai pensionati

Matteo Renzi ha annunciato al programma televisivo “L’Arena” di Rai 1 l’impiego…

Bambini iperattivi, in Germania indossano giubbotti con sabbia

Generalmente quando si parla di iperattività o di ipercinesia infantile in psicopatologia non si…