Meyer, bimbo operato all’addome con un robot

L’istituto pediatrico Meyer di Firenze si conferma ancora una volta come una delle strutture più all’avanguardia, per la cura anche delle patologie più delicate, trattate con tecniche innovative e sperimentali.

Con un bambino di 9 anni che aveva bisogno di una complessa operazione urologica l’ospedale Meyer ha aperto una nuova fase nello sviluppo della chirurgia pediatrica: quella del robot.

L’operazione è stata frutto del “Centro interaziendale per lo sviluppo e l’innovazione in urologia pediatrica”, nato in estate dall’accordo tra l’Università di Firenze, il Meyer e Careggi per condividere le conoscenze e le risorse tecnologiche, tra cui l’approccio robotico.

Il bimbo, Luca il suo nome di fantasia, è stato operato lunedì scorso: l’operazione è stata effettuata, spiega l’urologo del Meyer Lorenzo Masieri, praticando “dei piccoli fori sull’addome nei quali sono state inserite cannule che veicolano gli strumenti chirurgici”. “Abbiamo utilizzato invece l’ombelico – prosegue – per introdurre la cannula con l’ottica che ci consente un ingrandimento di immagine in 3D, dettagliatissima”.

“Il robot – spiegano i medici – permette una grande precisione in tutte le fasi dell’intervento, in futuro lo utilizzeremo anche per bambini più piccoli”. Rispetto alla mano umana quella del robot non tentenna, né ha tremori per la stanchezza, e svolge 7 gradi del movimento, quasi simile a quelli del polso umano.

Il bambino – spiegano dal Meyer – soffriva di una malformazione congenita molto frequente in età pediatrica, che gli impediva il corretto deflusso dell’urina, con grandi rischi per la funzionalità stessa dei reni. L’unico trattamento possibile era quello chirurgico, per eliminare l’ostruzione e ripristinare il corretto deflusso.

Loading...
Potrebbero interessarti

Cefalea da 40 anni, aveva un ago nel cervello

Una storia che ha dell’incredibile e che lascia alquanto perplessi: come è…

Ma quando la marijuana è diventata illegale?

Da qualche tempo non si parla d’altro: la marijuana è stata legalizzata…