Mick Jagger, ironica risposta a Donald Trump

Da quando ha iniziato a girare tutta l’America come candidato a prossimo presidente degli Stati Uniti, Donald Trump ha suscitato malumori e critiche in moltissimi artisti, che nei mesi gli hanno, uno dopo l’altro, vietato di utilizzare le proprie canzoni come colonna sonora dei suoi comizi.

Ed ora che Trump presidente lo è davvero, le cose non sono cambiate, ed anche per il suo primo discorso ha suscitato l’ira e lo sdegno dell’interprete della canzone che ha scelto per chiudere la sua prima apparizione da presidente.

Donald Trump da neoeletto Presidente degli Stati Uniti ha ringraziato parenti, elettori e amici sulle note del grande classico del 1969, la leggendaria ”You Can’t Always Get What You Want”. La canzone fu scritta dalla coppia Jagger/Richards e inclusa nel loro album “Let It Bleed”.

La traccia era già stata usata da Trump durante un convegno a luglio, nonostante in maggio gli Stones avessero ufficialmente contestato all’allora Candidato Repubblicano di aver utilizzato una loro canzone senza permesso – in quel caso si trattava di Start Me Up.

La risposta di Mick Jagger non si è fatta attendere e, tramite Twitter, il cantante ha ironicamente commentato: «Forse mi chiederanno di cantare You Can’t Always Get What You Want al discorso inaugurale».

Una provocazione bella e buona, oppure il nuovo presidente è un fan inossidabile della band e se ne infischia che loro al contrario ne provino repulsione?

Next Post

Come ha fatto Trump a vincere? La frase più cercata sul web

I sondaggi hanno “bucato” e sono stati prontamente smentiti dai fatti, Donald Trump è il nuovo presidente degli Stati Uniti. Nonostante le previsioni davano vincente la candidata Hillary Clinton, Trump ha battuto, e non di poco, la sua concorrente diretta ed ha questo punto milioni di americani si sono riversati […]