Migliorare un sito e-commerce: come fare?

Redazione

Sono sempre di più coloro i quali si affidando alla rete per provare a fare business online. Tanti siti che nascono con l’intento di vendere presentandosi come veri e propri negozi virtuali. Gli stessi che un tempo avevano sedi fisiche tentano, oggi, la sorte tramite il web.
Internet oggi esplode letteralmente di siti e portali di vario genere; un’offerta enorme che implica necessariamente il concetto di cernita. Ovvero, mandare avanti solo i siti più qualitativi, quelli in grado di offrire realmente qualcosa all’utente; e, soprattutto, quelli meglio visti dai motori di ricerca.
Proprio per questa ragione è nata da alcuni anni la Seo, disciplina che si occupa di ottimizzare un sito per i motori di ricerca; perché sono in molti coloro i quali si lanciano in rete proponendo un business sotto forma di e-commerce; ma che lo fanno senza pensare che anche in rete ormai la concorrenza è spietata. E di conseguenza, per emergere occorre fare qualcosa in più.
Ebbene la prima cosa da fare se si vuole tentare la scalata ai motori di ricerca è mettere in atto proprio un lavoro di ottimizzazione Seo di un sito.
Si parla quindi di andare a studiare le parole chiave di riferimento e andare poi a scrivere un contenuto di testo, redatto con professionalità e competenze di web writing, per ciascuna di queste.
Gli articoli di testo sono il modo più veloce per creare indicizzazione; ottimizzare un sito intorno a questi è il primo passo verso il successo in rete.
Ci sono poi altri aspetti da valutare a fondo in questa fase del lavoro: si parla di particolari squisitamente tecnici che implicano l’utilizzo di alcuni tag specifici per ottimizzare ogni singola pagina di un sito.
E poi ancora, l’architettura di tutto il portale risulta essere di fondamentale importanza per la visibilità finale sui motori di ricerca. Nello specifico di un e-commerce vanno curate al massimo le singole schede prodotto assicurandosi di non copiare contenuti da altri siti; e di scriverle in modo che siano appetibili per l’utente che legge.
In sintesi se si vuole provare a lavorare tramite internet non basta soltanto realizzare un sito web (o farselo fare da una agenzia); se questo poi non viene ottimizzato nel giusto modo; se non vengono messi in atto una serie di comportamenti per renderlo appetibile sui motori di ricerca e, di conseguenza, più visibile agli utenti, l’intero lavoro rischierà di essere stato vano.

Next Post

Isola Dei Famosi: primo naufrago ufficiale è Raz Degan

Ufficializzati i nomi dell’inviato e dell’opinionista in studio, si susseguono a ritmo serrato le indiscrezioni sui componenti del cast della prossima Isola dei Famosi, che prenderà il via il 30 gennaio. Il reality, condotto da Alessia Marcuzzi, finora vedeva come partecipanti certe Wanna Marchi e la figlia Stefania Nobile, che […]