Migranti, UE: uso della forza su scafisti e controlli alle frontiere
Migranti, UE uso della forza su scafisti e controlli alle frontiere

Germania, Austria e Slovacchia hanno deciso per introdurre controlli temporanei alle frontiere, mentre la UE decide per l’uso della forza contro gli scafisti che trasportano i migranti.

La Germania ha deciso di ripristinar i controlli alle frontiere. La decisione ha consentito al servizio di funzionare in maniera del tutto normale soprattutto nei pressi della frontiera austriaca.

Resta chiusa la linea tra Salisburgo e Monaco di Baviera, ma solo fra Salisburgo e Freilassing, giacché risulta ancora occupata in alcuni tratti da migranti.

Anche Austria e Slovacchia hanno deciso per i controlli temporanei alle frontiere. La Slovacchia ha intensificato i controlli alla frontiera con l’Ungheria e Austria.

Per il Ministro dell’Interno polacco si tratta solo di una decisione conseguenziale a quella tedesca.

C’è una differenza, però, non proprio trascurabile: i tedeschi hanno informato Bruxelles dell’intervento alle frontiere, Vienna e Bratislava no.

Non a caso dalla Commissione UE prendono le distanze informando che a Bruxelles non è arrivata notifica alcuna.

La leader francese del Front National, Marine Le Pen non è da meno e chiede al suo governo di fare altrettanto: “Sospenda con urgenza gli accordi di Schengen e ripristini – dice Marine Le Pen – le sue frontiere, in particolare, con la Germania”.

E mentre i Paesi europei mormorano in coro: “Non passa lo straniero”, dalla UE arriva l’autorizzazione all’avvio “della fase 2 della missione navale che prevede l’uso della forza contro gli scafisti nel Mediterraneo”.

Loading...
Potrebbero interessarti

Strage in Oregon, assalitore ossessionato dalla religione

Strage avvenuta in Oregon, l’assassino era ossessionato dalla religione. Chiedeva ai ragazzi,…

Il barbiere di Gaza, usa il fuoco per sfumare i capelli

Ogni barbiere ha un suo stile, ma c’è uno stile che in…