Milano blindata: code di due ore per visitare il Duomo

Redazione

Il capoluogo lombardo è visitato, soprattutto in questo periodo, da migliaia di turisti tutti i giorni e le misure di sicurezza di sono notevolmente intensificate: per poter accedere all’interno del famosissimo Duomo, i turisti sono sottoposti a rigidi controlli e naturalmente le file sono diventante eterne; proprio oggi i visitatori hanno dovuto aspettare oltre due ore sotto il sole prima di entrare nella cattedrale, naturalmente armati di cappellini e bottigliette d’acqua per proteggersi dal caldo.

La fila si è protratta dall’ingresso del Duomo sino all’incrocio tra piazza del Duomo e via Torino, e molte persone sono giunte stremate alla fine della lunghissima attesa. È inoltre attivo un controllo di video sorveglianza attivo 24 ore su 24 per garantire al meglio la sicurezza nella affollatissima zona. Antonio Barbato, comandante della polizia locale di Milano, ha dichiarato in merito alla situazione del capoluogo lombardo:

“Abbiamo strutturato le nostre telecamere, già installate in occasione di Expo, con una tecnologia maggiore in modo che abbiano dei puntatori sulle persone, per avere visibilità anche al buio. Quindi, vediamo chi entra e chi esce dalle terrazze del Duomo, persona per persona. Subito dopo la chiusura, il personale di polizia privata, che è all’interno, verifica che non ci sia nessuno, anfratto per anfratto”.

Next Post

Marilyn Monroe, l'ex casa della diva svaligiata

Era una casa, o per meglio dire un appartamento stile bungalow, appartenuta alla pià grande leggenda del cinema ovvero Marilyn Monroe. La donna più bella del mondo aveva infatti quest’appartamento in Palm Springs, un locale che avrà fatto sognare milioni di fan e appassionati all’epoca. Oggi pare infatti che la […]
Marilyn Monroe ex casa della diva svaligiata