Miss americana finge un tumore per raccogliere fondi

Nel promuovere raccolte fondi, anche se è brutto dirlo, generalmente si scelgono come testimonial persone ammalate, sofferenti, capaci di far leva sui sentimenti umani e spingere ad offrire quanto più possibile.

Brandi Lee Weaver-Gates, 23 anni, vincitrice del concorso Miss Pennsylvania US International 2015, per oltre due anni ha promosso raccolte fondi, raccontando in giro di essere ammalata di una grave neoplasia e quindi bisognosa di denaro per affrontare le costose cure.

Secondo quanto riporta la Cnn, la giovane ha fatto credere all’America che nel marzo del 2013 le era stata diagnosticata una leucemia linfocitica cronica. Da quel momento in poi la Weaver-Gates ha indossato i panni della malata di cancro bisognosa di aiuti economici, riuscendo ad ingannare persino i parenti.

Brandi, col passare dei mesi, è diventata una specie di testimonial di come una persona non deve abbattersi alle prime difficoltà, e di come il coraggio molto spesso possa essere più forte di qualsiasi cura. La sua storia ha commosso i tanti americani che partecipavano alle sue raccolte fondi, organizzate ovviamente per finanziarsi le terapie in un paese in cui la sanità è privata e le spese da affrontare per curarsi risultano spesso proibitive.

Peccato che alla fine si è rivelato essere tutta una farsa: la miss è stata arrestata con l’accusa di furto con l’inganno.

Loading...
Potrebbero interessarti

Binge/purging, nuovo disordine alimentare che colpisce soprattutto gli uomini

Quando si parla di disturbi alimentari si fa riferimento a patologie caratterizzate…

Beatrice Lorenzin, mai più tragedie come Nicole

Mentre la mamma e il papà di Nicole danno l’ultimo saluto alla…