Modena, il 22 aprile la città ricorda la sua liberazione
Modena, il 22 aprile la città ricorda la sua liberazione

Il 22 aprile la città di Modena ha ricordato la sua liberazione.

La città ha ricordato sabato 22 aprile il giorno della propria liberazione dal nazifascismo con una cerimonia avvenuta in Piazza Grande.

Ha aperto gli interventi Francesco Martinelli, Presidente della Consulta Provinciale Studenti.

Muzzarelli ha parlato del 22 aprile come “giornata di memoria, di gratitudine, di impegno”.

Il Sindaco Giancarlo Muzzarelli, ha così concluso, tra l’altro, gli interventi della manifestazione: “Oggi come ieri, anche se sembra difficile, incerto e lontano, il futuro è prima di tutto nelle nostre mani. E lo affronteremo partendo dagli ideali e valori dei partigiani”.

Poi ha parlato della medaglia d’oro al valor militare della Resistenza conferita alla città: “Quella medaglia significa anche che la nostra città ha un compito speciale, quello di custodire e tramandare, specialmente ai giovani, le idealità e i valori che animarono le azioni e le scelte di allora e che costituiscono ancora oggi le fondamenta della nostra democrazia”.

E quando parlo di dovere della memoria, penso alla storia ancora così recente nei ricordi e nelle ferite di questo territorio. La memoria di cosa fu il fascismo, con l’eliminazione di partiti e dei sindacati liberi e degli oppositori politici”.

Loading...
Potrebbero interessarti

Palermo, città di accoglienza e convivenza per la TV olandese

Palermo è una città esempio di accoglienza e convivenza per la Tv…

Varese, elicottero precipitato: fuori pericolo i feriti

Migliorano le condizioni dei feriti dell’elicottero precipitato vicino Varese. Nel grave incidente…