Morgan, il “nasone” non dipende dalla cocaina

Dopo aver clamorosamente abbandonato il ruolo di coach ad Amici, litigando con Maria De Filippi e beccandosi persino una querela, Morgan è tornato ad esibirsi in giro per l’Italia ed è stato particolarmente apprezzato sul palco del Teatro Romano di Verona nel corso del Festival della Bellezza, dove ha portato un live in cui non ha mancato di omaggiare uno dei suoi miti ovvero David Bowie, da lui visto come una sorta di spirito guida.

Intervistato da Linkiesta l’eclettico artista ha parlato del suo pubblico: “Io sono fiero del mio pubblico perché è sempre diverso e non etichettabile, un po’ come quello che faccio sul palco. Di solito vengono a vedermi un migliaio di persone ma non sono tutti ragazzini, tutti vecchi, o tutte famiglie. È gente che in genere viene ai miei concerti da sola, per i cavoli propri. Gente disposta all’ascolto. Poi mi rendo conto che sia difficile farsi un’idea di me leggendo ciò che si scrive sul mio conto ma questo non è un problema mio”.

Nel corso dell’intervista, cambiando discorso, Morgan ha poi raccontato che, con l’avanzare dell’età, sta avendo grossi problemi col suo naso: “È che davvero sto invecchiando male, è evidente se guardi il mio naso. Praticamente ho la caduta di Varsavia sulla faccia, da un paio d’anni non mi riconosco più nelle foto”.

Il cantante molto spesso viene accusato sui social di far uso di sostanze stupefacenti, ma ha tenuto a precisare che la causa non è quella: “Precisiamolo: non mi sta cadendo il naso perché pippo cocaina. È solo per via di un processo di invecchiamento che capita a tutti, anche a voi che state leggendo. Godetevi il vostro naso perfetto dai 16 ai 25 anni poi non potrà che andare sempre peggio. Però, davvero, io non pippo cocaina. Ho solo il nasone.”

 

Loading...
Potrebbero interessarti

Andrea Bocelli e il suo passato da “libertino”

La prima serata di sabato è stata allietata da un evento che…

Principe Carlo, scandalo gay per un bacio a un toyboy

Ha avuto la fortuna di sposare, forse senza mai apprezzarla o amarla…