Movimento 5 stelle, compatti contro il ddl intercettazioni

Ancora una volta è il Movimento 5 Stelle al centro della bagarre politica delle ultime ore: i rappresentanti del partito fondato da Beppe Grillo hanno dichiarato guerra alla “legge-bavaglio” sulle intercettazioni (“una legge-vergogna su cui daremo battaglia”), in difesa della “democrazia e dell’informazione”.

Per i Cinque Stelle il provvedimento, che si sta discutendo alla Camera, metterebbe il bavaglio a magistrati e giornalisti; i primi, in questo caso i pubblici ministeri titolari delle inchieste, avrebbero tre mesi di tempo per chiudere un’indagine altrimenti scatterebbe l’avocazione mentre i secondi rischierebbero da sei mesi a quattro anni in caso di registrazione o di pubblicazione delle intercettazioni.

“Siamo qui per lanciare un grido d’allarme”, ha detto in conferenza stampa il deputato grillino Vittorio Ferraresi. “Questa è la denuncia di tutti i cittadini liberi”. Durante l’incontro sono intervenuti anche il presidente dell’Ordine dei giornalisti Enzo Iacopino, il giornalista del Fatto Quotidiano Marco Lillo e il giornalista di Piazza Pulita Antonino Monteleone.

Sulla cosiddetta legge bavaglio, nelle riforma “c’è una delega in bianco sulla pubblicazione della intercettazione che dice tutto e nulla, ma darà la facoltà all’esecutivo di poter prevedere blocchi alla loro pubblicazione. La nostra paura è che arrivino sanzioni pecuniarie forti per i giornalisti che le pubblicano. Così, solo alcuni potrebbero usarle e altro rischio è che qualcuno potrebbe servirsene a fine ricattatori”.

“Parlare di bavaglio è allarmismo fuori luogo”, dice invece il capogruppo in commissione giustizia Walter Verini, che si concentra invece nel difendere le ragioni della “udienza filtro” e dunque la necessità di “conciliare il diritto di cronaca con la necessità di tutelare la riservatezza di notizie prive di rilevanza penale”.

Loading...
Potrebbero interessarti

È divorzio breve, da oggi

La riforma dei tempi per il divorzio vede un tempo che va…

Silvio Berlusconi torna prepotentemente sulla scena politica

Nel bene e nel male la sua presenza ha caratterizzato la scena…