Musulmani d’ Italia scendono in piazza, contro il terrorismo

Redazione

Si sono svolte quest’oggi le manifestazioni dei musulmani di Italia contro la minaccia del terrorismo; a Roma e Milano migliaia di islamici sono scesi in piazza per ricordare a tutti che l’Isis non uccide in nome di Allah, ma che la religione è solo un pretesto per usare la violenza. Un corteo immenso in cui i fedeli hanno mostrato cartelli del tipo: “L’Islam è pace” oppure “il terrorismo non ha religione”.

Abdellah Redouane, segretario generale della Grande Moschea di Roma ha dichiarato in apertura della manifestazione: ”E’ nostro dovere assumere una posizione chiara e non negoziabile contro chi promuove il terrorismo, è dovere di ogni musulmano condannare la violenza e il terrorismo, i musulmani devono assumersi le loro responsabilità”

Concludendo con un auspicio rivolto a tutti gli italiani, non solo alla comunità islamica: ”Bisogna partecipare attivamente alla vita delle nostre città e sanare le ferite delle nostre periferie. L’impegno di tutti non è solo auspicabile, ma anche indispensabile”.

Anche Izzedin Elzir, presidente dell’ Unione delle comunità islamiche italiane (Ucoii) e Imam di Firenze ha espresso il suo parere in merito alla questione Jihād: “Stiamo dimostrando che abbiamo superato la paura e lo choc degli attentati, perché l’obiettivo dei terroristi è farci vivere nella paura. Assieme possiamo battere questo cancro dell’umanità”.

Next Post

Gravidanza, da embrioni malati nati bimbi sani

Ennesima prova di come in Italia ci siano delle eccellenze mediche uniche al mondo, nonostante la Sanità pubblica continui a traballare pesantemente. La notizia, pubblicata sul ‘New England Journal of Medicine’, è frutto della ricerca italiana:  «Per la prima volta al mondo sono stati trasferiti all’interno dell’utero materno embrioni parzialmente […]