Neonata con meningite, l’ospedale non se ne accorge

Redazione

Ancora un caso di malasanità che ha come protagonista una bambina di quaranta giorni. Dopo Palermo e dopo Napoli è il capoluogo emiliano a fare i conti con un grave caso di patologia non capita in tempo.

Ancora una volta una malattia più seria è stata classificata come una semplice influenza e, invece, la piccola era affetta da una meningite.

Sulle pagine dei giornali ancora commuovono le storie della piccola Nicole e della piccola Rosa entrambe morte per imperizia medica.

E mentre ancora risuonano le parole del ministro della salute Beatrice Lorenzin adesso è l’Emilia Romagna e in particolare la città di Bologna a dover fare i conti con un maledetto caso di malasanità. Mentre i genitori della piccola annunciano di rivolgersi alle autorità competenti l’ospedale bolognese, Maggiore, fa sapere che al momento delle dimissioni della bambina, avvenute lunedì, nulla faceva sospettare un fatto così grave.

Next Post

La guerra in Ucraina continua a far morti

179 morti, 110 prigionieri e 81 dispersi dal 18 gennaio ad oggi. Sono queste le cifre diramate dal governo ucraino. Soldati morti, caduti prigionieri o dispersi durante la battaglia e gli scontri per il controllo dello nodo ferroviario di Debaltsevo. A fornire il dato dei militari deceduti o fatti prigionieri […]