New York, poliziotto uccide senza motivo un ragazzo nero

Tragico incidente a New York, dove un poliziotto ha ucciso a bruciapelo e senza alcun motivo un ragazzo nero afroamericano. Tutto è avvenuto ieri sera intorno alle 23.15. Il poliziotto di origini asiatiche, Peter Liang, stava effettuando con un collega quella che si definisce una “perlustrazione verticale” di un palazzo a Brooklyn, scendendo dall’ottavo piano verso l’ultimo.

Al settimo piano è spuntato Akai Gurley, ragazzo 28enne in compagnia della sua ragazza Melissa Buttler. Il poliziotto, evidentemente impaurito, ha puntato la pistola verso i due ragazzi e ha fatto fuoco. La coppia è scappata fino al quinto piano, ma qui il ragazzo ferito è stramazzato al suolo. Inutile la corsa all’ospedale, il ragazzo è morto.

Il poliziotto dal grilletto facile è stato definito dai siti statunitensi un po’ nervoso, mentre l’agente che era con lui ha provato a spiegare: “Era buio, il collega ha sentito un rumore e si è innervosito”. Peter Liang presto verrà interrogato e molto probabilmente verrà incriminato per omicidio.

Bill Bratton, capo della polizia di New York, in una conferenza stampa non ha potuto dire altro che la vittima era totalmente innocente, e che la penombra ha tirato un brutto scherzo al poliziotto. La tragica vicenda si è verificata proprio nel giorno delle proteste a Ferguson, dove i manifestanti della comunità afroamericana hanno chiesto giustizia per Michael Brown, altro ragazzo nero ucciso per mano della polizia.

Loading...
Potrebbero interessarti

Ci sono veramente antichi edifici alieni su Marte?

Vita su Marte? Il rover Curiosity della NASA avrebbe portato alla luce antiche…

Flash Mob, da dove deriva il termine e cosa significa?

Negli ultimi anni, che si tratti di chiedere in modo fantasioso la…