Nina Zilli con “Modern Art” rompe col passato

Per i pochi che non avessero ancora avuto modo di ascoltarlo, il 1 settembre è uscito Modern Art (Universal Music), il quarto album di Nina Zilla: 11 tracce in cui l’artista mette in mostra un percorso inedito, che ha visto la luce tra Milano e la Giamaica.

Nina è consapevole di aver rotto col passato, col suo “vecchio” stile: si è dichiaratamente avventurata in un nuovo percorso musicale, buttandosi anima e corpo in un progetto che definisce “urbano/tropicale”.

Del resto lo ha chiamato Modern Art, arte moderna, per dichiarare fin dal titolo la sua ricerca di modernità, per salutare il passato: “Era una mia necessità. Dovevo liberarmi da orpelli e catene. Se ripenso alla prima canzone che ho scritto, a undici anni, ricordo perfettamente la sensazione di non avere pensieri. Dopo l’ultimo album sentivo l’esigenza di allontanarmi da certe sonorità, nonostante le abbia amate tantissimo. Ho voluto lo stacco netto da quel cordone ombelicale. Avevo bisogno di mostrare le mie sfaccettature e mi sono liberata. E per farlo, sembra incredibile, mi sono chiusa in una stanza, da sola”.

In questo nuovo lavoro per la prima volta spiccano molte collaborazioni: “Sono sempre stata abituata a scrivere da sola e in questo percorso incontro degli autori, dei cantautori, e ho scoperto che mi piace tanto condividere la scrittura come il sound. Ne sentivo davvero il bisogno”.

La cantante ha quindi ringraziato le due penne new entry di Modern Art: “Ho voluto al mio fianco anche due nuovi autori Emilio Munda e Piero Romitelli: sono bravissimi e credo che “Per un niente” sia la più strappacuore del disco, un contrasto tra vintage e moderno.”

Nel booklet dell’album tutti i testi delle canzoni sono tratti da un taccuino manoscritto e illustrato da Nina, una vera “chicca” che l’artista ha voluto dedicare al suo pubblico in occasione del nuovo progetto discografico.

Nina incontrerà il pubblico nei primi appuntamenti Instore Tour che partiranno da Torino da l’11 settembre alle 18.30, Mondadori di via Monte di Pietà 2.

Loading...
Potrebbero interessarti

Paolo Bonolis, la risposta della moglie Sonia alle critiche social

Con l’arrivo dell’estate tutti i comuni mortali, nel loro piccolo, amano condividere…

Paola Ferrari pensa alla maternità surrogata per un terzo figlio

Ormai l’età non è più un problema neppure per la maternità, e…