Nubifragio a Firenze, utilizzare immigrati per la pulitura

Mentre il sud Italia è costretto a boccheggiare, attanagliato da un caldo ed un’afa quasi insopportabili, tra sabato e domenica Firenze è stata addirittura colpita da un nubifragio e costretta a chiedere lo stato d’emergenza.

Una vera e propria tromba d’aria che ha causato gravi problemi, in particolare nella zona di Firenze Sud, nei quartiere 2 e 3 della città.

Bloccata per ore la linea ferroviaria Direttissima tra le stazioni di Firenze Campo Marte: alcuni treni sono rimasti fermi nella lunga galleria di San Donato, nei pressi del capoluogo, con la protezione civile che ha inviato mezzi e uomini per aiutare i passeggeri.

Al lavoro 100 vigili del fuoco. Tra i 350 interventi chiesti, 200 sono per rami e tegole pericolanti, 100 per verifiche di stabilità, 15 per pompaggi d’acqua da scantinati. Il traffico dei veicoli è andato in tilt: tutti i sottopassi allagati.

Intanto la Regione valuta di poter utilizzare i profughi ospiti in Toscana per i primi interventi di pulitura e ripristino utilizzando la convenzione con Inail per l’assicurazione.

Next Post

Fiumefreddo, bimbo di 5 anni morto annegato

Un’ennesima tragedia del male quella avvenuta nell’assolata domenica di ieri: un bimbo di cinque anni è morto annegato nella acque di Marina di Cottone, a Fiumefreddo di Sicilia. Il piccolo, originario di Aci Catena, era arrivato a Marina di Cottone assieme con la sua famiglia, il padre, un muratore di 34 […]