Nuova Mini Cabrio 2016, se l’eleganza sposa la tecnologia

Eleonora Gitto

La nuova Mini Cabrio 2016 inaugura la terza generazione della serie nata sotto il prestigioso marchio BMW: un esempio del miracolo che accade quando l’eleganza sposa la tecnologia del futuro.

La Mini Cabrio 2016 debutterà in anteprima mondiale il prossimo 30 ottobre al Salone di Tokyo 2015.

Le differenze con la serie precedente? Tante. Intanto la Mini Cabrio 2016 rispetto al modello precedente è 98 millimetri più lunga, 44 mm più larga e 5 mm più alta.

Le misure esatte della nuova Mini espresse in millimetri sono: lunghezza 3.821, larghezza 1.727, e altezza 1.415.

Il passo, invece, lo troviamo aumentato di 28 millimetri e questo finalmente fa aumentare l’abilità interna.

Ad avvantaggiarsi delle maggiori dimensioni del passo, soprattutto, la parte posteriore che per le sue dimensioni un po’ ridotte è stata considerata sempre un neo della Mini Cabrio.

Anche il bagagliaio è più grande del 25%: nella nuova Mini misura 215 litri con la capote chiusa e i 160 litri con il tetto aperto.

E a proposito del tetto, nella Mini Cabrio 2006 diventa elettrico: si apre in diciotto secondi anche quando l’auto è in movimento, ovviamente a una velocità che non supera i 30 Km/h.

Il design è elegante sia all’esterno, sia all’interno in cui troviamo una plancia tecnologica di tutto rispetto e un rivestimento di pelle Chester.

E poi schienale dei sedili posteriori, anche riscaldabili, ribaltabile in modo separato, climatizzatore elettronico bi-zona, sistema di navigazione satellitare Professional e dispositivo d’infotainment MINI Connected, cambio manuale a sei marce. Volendo si può optare per il cambio automatico Steptronic a 6 rapporti.

La nuova Mini Cabrio è disponibile in tre versioni: motore da 1.5 litri tre cilindri a benzina da 136 CV dedicato alla Mini Cooper Cabrio; motore da 2.0 litri benzina quattro cilindri da 192 CV della versione sportiva Mini Cooper S Cabrio; motore diesel 3 cilindri 1.5 litri da 116 CV della Mini Cooper D Cabrio.

Next Post

Twitter, Jack Dorsey dona 200 mila dollari ai dipendenti

Il fondatore di Twitter Jack Dorsey dona 200 mila dollari, circa 1% dell’azienda ai dipendenti per “reinvestire direttamente sulle nostre persone”. L’annuncio della “donazione” al suo personale, Dorsey, manco a dirlo, lo dà con un tweet. Cinguettando, cinguettando, il numero uno di Twitter fa sapere che preferisce “avere una piccola parte […]
Twitter, Dorsey regala 200 mila dollari ai dipendenti