Nuovo colpo alla camorra, arrestato latitante affiliato ai Polverino

Duro colpo alla camorra campana: nelle scorse ore è stato infatti tratto in arresto il boss latitante Ciro Manco, 52 anni, elemento di vertice del clan Polverino, uno dei più attivi e ricchi nell’area Nord di Napoli.

L’uomo, condannato a  30anni di reclusione per associazione per delinquere di tipo mafioso e narcotraffico , si era sottratto da subito all’arresto, non appena era stata emessa l’ordinanza di custodia cautelare, ed era latitante da ben due anni.

I carabinieri lo hanno scovato in un parco residenziale del casertano, ad Aversa. Sprovvisto di documenti al momento dell’arresto, il latitante apparentemente conduceva una vita anonima e defilata in un appartamento sito in un tranquillo contesto residenziale nel casertano, non lontano dai comuni sotto l’influenza criminale dei Polverino.

Ciro Manco, tra i tanti reati a lui ascritti nella unga carriera criminale, è noto per aver trasportato anni fa in Spagna – circostanza emersa da un processo – due milioni di euro in contanti al boss Giuseppe Polverino, all’epoca dei fatti latitante perché evaso da una casa lavoro italiana. Manco partì in auto da Napoli con i soldi nascosti in una valigia e raggiunse il boss a Barcellona, dove gli consegnò i due milioni di euro che sarebbero dovuti servire per l’acquisto di due tonnellate di hashish destinate agli spacciatori italiani.

Next Post

Renzi loda il suo operato e annuncia prossimo taglio dell’Ires

Mentre la Camera esulta per il raggiungimento della maggioranza sull’emendamento all’articolo 2, che prevede la riforma del Senato, il Premier Matteo Renzi fa un nuovo bilancio del suo operato, e naturalmente sono tutti giudizi positivi. Parlando sulle pagine di Repubblica, il Premier affronta tutti i temi caldi,  a partire dalle […]