Nuovo guasto ai computer della Faa, aeroporti di New York in tilt

Non c’è pace per gli aeroporti statunitensi che già poco più di un mese fa si erano trovati a fare i conti con un guasto dei computer che regolano i voli, lasciando per diverse ore i passeggeri in balia dell’incertezza e di ritardi prolungati.

Allora si era ipotizzato addirittura un attacco hacker: in queste settimane la situazione non è stata chiarita, ma il blocco si è ripetuto e stavolta con ancora maggiori disagi.

Gli aeroporti americani sono infatti andati in tilt a causa di un guasto ai computer della Federal Aviation Administration (FAA), l’ente che regola l’aviazione civile. Ritardi ma soprattutto 400 cancellazioni si stanno verificando negli e ad essere coinvolti sono gli scali di Washington e New York, due tra i più trafficati.

Lo stesso ente ha dato notizia del guasto spiegando anche che, nello specifico, gli aeroporti interessati sono il Baltimore-Washington International Thurgood Marshall Airport, il Reagan National Airport e il Dulles Internazional Airport.

Nelle stesse ore l’American Airlines ha fatto sapere che il disagio si estenderà a tutti i voli della East Coast, ed ha invitato i passeggeri a regolarsi di conseguenza.

Next Post

Marche, l’azoto nell’aria a livelli allarmanti

Tutta Italia, come del resto l’intero globo, si ritrova a fare i conti con l’inquinamento, ed oramai si contano sulle dita di una mano i posti che si possono definire realmente incontaminati o al sicuro dall’effetto devastante dell’uomo, che come Re Mida, non trasforma in oro ma inquina e devasta […]