Oculus Rift, prossima rivoluzione nel mondo del porno

I Google Glass sono stati un vero flop, uno dei maggiori degli ultimi decenni, eppure il mondo della realtà aumentata è tutto da esplorare, e stavolta a riprovarci è Facebook, coi suoi Oculus Rift, che ha acquistato nel 2014 per due miliardi di dollari.

A quanto pare questi innovativi occhiali entreranno molto presto a far parte del redditizio mondo del cinema porno: naturalmente non serviranno a filmare scene hard, ma saranno indossati affinché lo spettatore si senta catapultato al centro del set, come se fosse lui stesso il protagonista.

A quanto pare l’interesse del mondo del cinema hard agli Oculus Rift non dispiace neppure ai suoi stessi creatori, che candidamente si aprono all’idea: “Noi non controlliamo i software che possono girare sulla piattaforma. E questa e una gran cosa”, ha spiegato nei giorni scorsi l’imprenditore Palmer Luckey nel corso della “Silicon Valley Virtual Reality Conference” in merito alle app a contenuto pornografico create per il visore.

Tuttavia, occorrerà aspettare: i visori Oculus Rift, infatti, non sono ancora attualmente in commercio, sebbene abbiano già riscosso successo da parte degli sviluppatori e si troveranno in commercio a prezzi molti accessibili, si mormora sui 350 dollari.

Next Post

Dimentica le chiavi e si arrampica dall'esterno. Giovane cade dal secondo piano

Un sabato di festa si è trasformato in tragedia nella bellissima Lignano Sabbiadoro, il comune italiano della provincia di Udine in Friuli-Venezia Giulia. Dopo una serata di divertimento insieme agli amici era giunto il momento di tornare a casa per un giovane inglese di 24 anni che, in vacanza insieme […]