Onu, la Convenzione sui diritti dell’infanzia compie oggi 25 anni

Nel 1989 veniva approvata la Convenzione Onu sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. Per questo motivo oggi, a distanza di 25 anni, viene celebrata la Giornata internazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, con eventi e manifestazioni interamente dedicati ai bambini. E’ stato affidato all’Unicef il compito di far rispettare la Convenzione stipulata da 194 Stati.

Dal 1989 sono stati fatti notevoli passi avanti, ma ciò evidentemente non basta perché ancora molti, troppi bambini vivono in condizioni di difficoltà. “Sarà un paese”, il film-manifesto della Giornata dei diritti sull’infanzia, è stato scelto dalla Unicef Italia come simbolo dell’evento.

La pellicola, girato dal giovane regista Nicola Campiotti, analizza l’Italia attuale con gli occhi di un bambino di 10 anni. L’immagine è quella di un paese in gravi difficoltà che arranca su se stesso, ma nonostante tutto prova ad andare avanti dando un messaggio di speranza.

Il rapporto presentato dall’Unicef è ancora molto preoccupante. Tra i dati che risaltano all’occhio c’è quello riferito alla mortalità infantile. Nel mondo il 20% dei bambini poveri hanno il doppio delle probabilità di morire rispetto al 20% dei bambini ricchi.

Nei paesi meno sviluppati inoltre un bambino su quattro viene risucchiato dal lavoro minorile, e sono ancora troppo elevati i dati relativi agli abusi, alle violenze, alle discriminazioni e all’incuria. L’Unicef chiede ai governi di lavorare insieme per risolvere questi problemi, e di fare in moda che anche i bambini più poveri possano essere avvantaggiati dalle innovazioni tecnologiche, di cui ora non godono i benefici.

 

Loading...
Potrebbero interessarti

Per Merkel G8 solo se Russia riconosce valori

Al Bundestag, il Parlamento tedesco, Angela Merkel esprime il suo pensiero sulla…

Pagano 1000 dollari per dei mobili infestati dagli spiriti

Una nuova moda da lanciare piuttosto macabra, accade negli Stati Uniti dove…