Oriana Fallaci, nessun testamento falsificato. Il nipote Edoardo è l’unico erede

Sono trascorsi quasi 9 anni da quando, il 15 settembre del 2006, la celebre scrittrice, giornalista e attivista italiana Oriana Fallaci è deceduta all’età di 77 anni, nella città di Firenze, a causa di un peggioramento delle sue condizioni di salute dovuto al terribile cancro ai polmoni da cui era stata colpita ormai da diversi anni. In seguito alla morte della scrittrice, la sorella Paola Fallaci insieme col figlio Antonio hanno denunciato l’altro figlio, Edoardo Perazzi accusandolo di aver falsificato la firma della zia defunta nel testamento lasciato da quest’ultima alla sua morte.

Adesso, a distanza di anni e dopo due diverse perizie grafologiche è arrivata la sentenza definitiva. Il gip di Firenze Antonio Angelo Pezzuti ha archiviato l’inchiesta su quelle che sono state le ultime volontà della scrittrice e l’archiviazione del caso è stata richiesta in quanto “il caso non sussiste”.

Dunque, nessuna falsificazione da parte del nipote della scrittrice, la sua firma era autentica e il testamento è dunque da considerare valido. “Nel corso del procedimento sono state svolte ben due consulenze grafologiche anche con l’ausilio di medici specialisti. Il giudizio unanime dei periti grafologi è stato di attribuibilità certa del testamento alla mano di Oriana Fallaci”, hanno dichiarato i legali di Edoardo Perazzi ovvero Filippo Cei e Nicola Pabis Ticci.

Loading...
Potrebbero interessarti

Roberto Alpi entra nel cast di Un posto al sole

Un nuovo arrivo scombinerà un po’ gli equilibri di Palazzo Palladini. Roberto…

Elio e Le Storie Tese, pubblicati i primi tre dischi con immagini inedite

Sono trascorsi 36 lunghi anni da quando, nell’ormai lontano 1979 nella città…