Ornella Muti, in Italia vige il regime della calippocrazia

Ha passato la vita a stupire, con le sue sinuose curve quando era una delle protagoniste più apprezzate della cosiddetta “commedia sexy all’Italiana”, e continua a farlo ancora oggi, con le sue dichiarazioni, a cui non applica mai nessun filtro.

Dopo tanti anni nel dorato mondo dello spettacolo, probabilmente oggi non si vede riconosciuti gli spazi che vorrebbe per se e per sua figlia Naike Rivelli, ed è per questo che afferma che “nella televisione italiana vige il regime della calippocrazia”, ai microfoni di Casa M2o, il programma condotto da Alberto Dandolo e Fabio De Vivo sulla rete M2o.

La Muti è intervenuta a sorpresa nel programma radiofonico in cui, ogni venerdì, la figlia Naike Rivelli ha una rubrica molto piccante e si è lasciata andare sugli ostacoli che si affrontano per entrare a far parte del mondo dello spettacolo italiano.

La Muti si riferisce a qualche “scorciatoia” che fanno le donne dello spettacolo per arrivare al successo? Nell’audio sembra proprio di sì, come racconta il quotidiano Libero.

“La tv italiana è il simbolo del degrado del Paese”, chiosa l’attrice, che per la Rai sta girando una nuova fiction scritta da Ivan Cotroneo.

Next Post

William Shatner, preoccupazione per una possibile demenza senile

Campanello d’allarme per le condizioni di salute della famosissima icona della serie Star Trek, William Shatner? Già nel 2009 era girata la notizia di un possibile principio di Alzheimer per l’attore, poi successivamente smentita, ma oggi il magazine RadarOnline torna sull’argomento rivelando le preoccupazioni di chi è vicino a William. […]