Padova, orge in canonica: Andrea Contin sospeso a divinis

Eleonora Gitto

Dopo la pedofilia, le orge in canonica: Andrea Contin sospeso a divinis dal Vescovo di Padova, Monsignor Claudio Cipolla.

“Purtroppo abbiamo maturato la certezza di sue gravi responsabilità morali. Si tratta di comportamenti inaccettabili per un prete, per un cristiano e anche per un uomo”.

Questo ha dichiarato il Vescovo che poi ha aggiunto: “Prendiamo assoluta distanza da qualsiasi condivisione o giustificazione di quanto è stato vissuto: sono intollerabili semplicemente. Questi comportamenti immorali sono stati ammessi di fronte a me, al Vicario generale e al tribunale Ecclesiastico in questi giorni”.

Sembra davvero diventata la Chiesa degli scandali. La verità è che gli scandali ci sono sempre stati, ma solo ora si denunciano o vengono alla luce.

Prima, nella stragrande maggioranza dei casi, venivano coperti, o cadevano subito nel dimenticatoio.

La nuova gestione di Papa Bergoglio pare invece che non voglia far passare più nulla.

In merito alle orge in canonica di Don Andrea Contin, ormai acclarate, Monsignor Cipolla ha detto: “Sono incredulo e sofferente, ma ho preso atto e sto agendo, perché come ho già detto nella lettera indirizzata alle comunità cristiane della diocesi di Padova, anche se penalmente non ci fosse rilevanza, canonicamente, cioè secondo le regole che come Chiesa ci siamo dati, siamo in dovere di prendere provvedimenti disciplinari perché non possiamo accettare certi fraintendimenti”.

“Le conclusioni alle quali sono arrivato mi fanno soffrire, ma so che sono necessarie. Non sono provocate dal clamore mediatico, ma da verifiche dirette”.

Sono sette le donne che hanno già ammesso di aver avuto rapporti sessuali con l’ormai ex parroco Don Andrea Contin.

Sono state raccolte le loro deposizioni in quello che si profila come uno dei maggiori scandali a luci rosse del Paese.

Next Post

Sarà l'Alfa Romeo Giulia l'auto dell'anno 2017?

Sarà l’Alfa Romeo Giulia l’auto dell’anno 2017? Un riconoscimento come Car of The Year 2017 al Salone di Ginevra è quando di più prestigioso possa esistere nel mondo dell’automobile. E l’Alfa Romeo Giulia probabilmente se lo merita tutto: come stile, come aggressività, come motore e mille altre cose. Al momento, […]
Sarà l'Alfa Romeo Giulia l'auto dell'anno 2017