Pannella dovrebbe interrompere lo sciopero della fame per le troppe patologie

E’ il suo marchio, la sua caratteristica, il suo modo tutto personale per combattere le sue battaglie: Marco Pannella ogni qual volta intraprende una sua personale lotta, condivisibile o meno l’idea che c’è alla base, intraprende un sistematico sciopero della fame, fino a quando le istituzioni non gli danno ragione o si impegnano a contrattare una soluzione con lui.

Ma stavolta l’onorevole, dopo 4 giorni di sciopero, sembra non star bene come al solito, e i medici gli hanno consigliato di ricominciare subito ad alimentarsi.

L’allarme sulle condizioni di salute dello storico leader dei Radicali arriva dal dottor Claudio Santini che ha visitato il politico. Le condizioni di salute vengono definite discrete, ma per evitare complicazioni i medici consigliano la sospensione dello sciopero della sete e della fame, lo strumento di battaglia civile non violenta al quale Pannella e i politici radicali hanno fatto ricorso migliaia di volte per portare avanti la loro opera di sensibilizzazione e modernizzazione del Paese.

Già nelle scorse ore il presidente della Repubblica Sergio Mattarella lo aveva sollecitato ad interromperlo, ed in parziale accoglienza della supplica, Pannella aveva interrotto almeno lo sciopero della sete.

Pannella ha avviato domenica scorsa lo sciopero della fame e della sete per sensibilizzare sui problemi della giustizia e delle carceri.

Loading...
Potrebbero interessarti

Perchè la nostra temperatura corpora sta diminuendo?

La temperatura corporea normale o se vogliamo dire meglio ideale, è di…

Aids, le nuove Linee Guida Italiane della Terapia Antiretrovirale

Sono passati circa quarant’anni da quando l’Aids è stata scoperta e, nonostante…