Paola Caruso ai ferri corti con Marco Carta

Un’Isola dei Famosi che si infiamma, giorno dopo giorno: sarà la fame, sarà lo stress, saranno i nodi venuti al pettine nelle prime serate del lunedì, ma i naufraghi ormai hanno abbandonato la facciata di bontà e fratellanza a tutti i costi che sfoggiavano nei primi giorni, e hanno iniziato a combattere per la sopravvivenza mediatica.

Se Simona Ventura è quasi contro tutti, temuta da quanti sanno che la sua esperienza da conduttrice le ha permesso un vantaggio non indifferente, il personaggio che sta emergendo prepotentemente è quello di Paola Caruso, la Bonas conosciuta negli studi di Bonolis.

Entrata coma naufraga desnuda, è riuscita a guadagnarsi col televoto la partecipazione come naufraga tra i famosi e questa settimana ha avuto una lite violentissima con Marco Carta.

A scatenare l’accesa discussione tra i due è l’atteggiamento della Bonas di “Avanti un altro!”. La Caruso discute con Alessia Reato, che, in qualità di cuoca, ripartisce il cibo per il pranzo. La ex desnuda si lagna del fatto di aver ricevuto una porzione di riso e lumache inferiore agli altri naufraghi e Marco Carta interviene in difesa della showgirl: “Ti lamenti sempre”, accusa il cantante, innescando il diverbio.

Dal canto suo, la Caruso accusa il cantante: “È una persona cattiva, voglio che stia lontano da me”.

Nemmeno il tentativo di mediazione di Simona Ventura pare dare i suoi frutti. Paola si sfoga con Giacobbe: “Tu sei l’unico che mi capisce”, dice. “Mi dicono che Marco è forte, ha i fan, uno se lo deve tenere buono ma a che me frega! Io sono così. Non gli piaccio a pelle ma non rispondermi male, io poi ci rimango male, sono comunque una ragazza sensibile ma chi mi ama mi ama veramente perché sono troppo vera e non è facile accettarmi”, spiega la Caruso in lacrime.

Loading...
Potrebbero interessarti

Guendalina Canessa vuol mettere su famiglia col nuovo fidanzato

Innamorata pazza lo è, per sua stessa ammissione, quindi quale desiderio più…

Prince cremata la salma, le indiscrezioni sull’autopsia

Conoscere la causa della sua morte non renderà certo meno penosa la…