Pau Donès celebra la vita per sconfiggere il cancro

Ci sono ben poche cose effimere come la vita: poco importa se si è ricchi o talentuosi, giovani e sereni, un brutto male può arrivare all’improvviso e minacciare di mettere fine a tutto, in un istante.

Lo sa bene Pau Donès, che ha deciso di celebrare ogni giorno la vita, mentre continua a combattere una dura battaglia per debellare del tutto un cancro che ha sconfitto, ma che potrebbe sempre tornare.

Il cantante dei Jarabe de Palo è sorridente, con un fisico che porta i segni della sofferenza, ma con gli occhi accesi di chi comunque ce la vuole fare, e per questo non si arrende, mettendo tutte le sue forze in un disco doppio, un libro e un tour.

“Alla malattia dedico 5 minuti della mia giornata e poi basta. Per il resto, vivo come tutti voi”, spiega festeggiando 50 anni di vita e 20 di musica.

Il doppio album uscito a marzo contiene 21 hit rivisitate in chiave acustica e in duetto con molti artisti anche italiani, tra cui Jovanotti, Francesco Renga e Noemi. Più l’inedito “Fumo”, cantato da Kekko Silvestre.

“Il disco nasce come esercizio artistico, dal piacere di eseguire i brani della mia carriera come mai fatto prima”, racconta il musicista.

Con il suo repertorio eseguito in versione acustica per il tour ’50 Palos’ la band ha già fatto il giro degli Usa per 13 date ad aprile, uno show che sta per arrivare in Spagna e che toccherà l’Italia con una tournée teatrale tra un anno, il prossimo aprile.

Pau mostra inoltre con orgoglio la copertina del suo libro ’50 Palos… e continuo a sognare’: compare il suo volto, in primo piano e c’è un particolare che attira l’attenzione, l’occhio destro tumefatto con dei punti, segni della lunga lotta combattuta.

“Quando me l’hanno diagnosticato – racconta – mi hanno detto che per tre mesi non avrei potuto fare sport. Io amo la montagna, e mi hanno impedito di sciare. Dopo quel periodo, appena ho potuto, sono subito andato ed è stato come ritornare alla vita. Avevo bisogno di un contatto con la natura. Ero talmente emozionato che ho avuto un incidente, con un colpo mi sono aperto l’occhio. Quella foto mi è stata fatta subito dopo la medicazione. Per me è stato un momento molto importante e volevo condividerlo con la gente”.

Next Post

Belen al Maurizio Costanzo show ci va con Iannone

Stanno quasi da un anno assieme, e hanno parlato così tante volte della loro storia e sono stati paparazzati assieme in una miriade di occasioni che certamente la loro storia non è un segreto più per nessuno, ma Belen Rodriguez e Andrea Iannone, fino ad oggi, non avevano mai concesso […]