Pedopornografia on line, perquisita la casa del musicista Gene Simmons

Redazione

E’ finito al centro dell’attenzione mediatica, nelle ultime ore, il celebre bassista, cantante, produttore discografico e attore israeliano naturalizzato statunitense Gene Simmons, fondatore del gruppo hard rock statunitense dei KISS, formatosi nel lontano 1973 nella bellissima New York. Nello specifico ecco quanto accaduto. La residenza di Beverly Hills dell’artista è stata perquisita dagli agenti di polizia di Los Angeles che si sono recati presso tale abitazione con un mandato di perquisizione.

E’ importante però precisare che ne il musicista statunitense e neppure alcun membro della sua famiglia sono indagati e a precisarlo è stato John Jenal del Los Angeles Police Department che, ha nello specifico affermato “Nessuno di loro è sospettato e tutti si sono mostrati estremamente collaborativi”.

La moglie dell’artista invece, Shannon Tweed, moglie di Simmons, attraverso il social network Twitter ha scritto un tweet affermando “Non possiamo essere più scioccati, che qualcuno ha usato la nostra casa per compiere crimini odiosi”. Nello specifico le indagini in corso riguardano crimini relativi alla pedopornografia on line e ciò che sembra essere chiaro è che qualcuno ha usato la casa del musicista mentre quest’ultimo si trovava in tour.

Next Post

Andrea Bocelli, in uscita ad ottobre il nuovo album "Cinema"

“Maria (da West Side Story)”, “La chanson de Lara (da Dottor Zivago)”, “Moon River (da Colazione da Tiffany)”, “E piu’ ti penso (da Malèna)”, “Be my love (da Il pescatore della Louisiana)”, “The music of the night (da Il fantasma dell’Opera)”, “Brucia la terra (da Il Padrino)”, “Por una cabeza […]