Per il nuovo anno arriva il gelato gusto canapa

Se generalmente è associato al caldo e ai pomeriggi estivi, ad un buon gelato non si rinuncia neppure quando fa freddo, e non stupisce affatto che quindi, in molti, anche per capodanno, si concederanno un buon gelato.

Quello che fa notizia è invece un nuovo gusto di gelato, che arriverà nelle gelaterie proprio in concomitanza con l’arrivo del nuovo anno, e già ha suscitato molte chiacchiere e anche qualche critica.

In una gelateria italiana, dal 31 dicembre, sarà possibile assaporare un nuovo gusto di gelato dedicato all’icona della musica reggae Bob Marley. La base di semi di canapa renderà il sapore genuino per il palato e benefico per diverse malattie respiratorie e cardiovascolari.

L’iniziativa è stata presa in collaborazione con Canapa Ligure, un’associazione che promuove il prodotto naturale e i suoi effetti considerati benefici per la salute e seguendo questa traccia, lo slogan non poteva che essere questo: “E’ buono e fa bene”, sostengono i produttori che pensano di commercializzarlo già per la fine dell’anno, magari nella notte più pazza del mondo come quella di San Silvestro.

“È un gelato con semi di canapa decorticati, buonissimo e con tutte le proprietà benefiche proprie della canapa dovute soprattutto all’alta presenza degli acidi polinsaturi che li rendono preziosi per combattere e prevenire diversi disturbi tra i quali l’arteriosclerosi, disturbi cardiovascolari, colesterolo, artrosi, malattie del sistema respiratorio, eczemi e acne”, dichiarano i produttori.

Il gelato ai semi di canapa avrà sicuramente un gusto fresco e piacevole, magari abbinabile con le proposte di frutta che la scuola gelatiera italiana sa offrire.

Loading...
Potrebbero interessarti

Occhio umano ci permette di vedere molto più di centinaia di animali

L’apparato visivo presenta uno dei meccanismi più complessi del corpo umano: l’occhio, composto…

Nei, averne più di undici aumenta la probabilità di melanoma

Certamente ora non bisognerà scatenare una psicosi collettiva, ma la notizia diffusa…