Pesaro, fermati due albanesi per l’omicidio del 17enne Ismaele

Un’altra tragedia, una ennesima vita spezzata nel fiore degli anni, stavolta a Pesaro, ed intorno all’omicidio al momento si sa poco o nulla.

Un giallo fittp, ancora tutto da chiarire: continuano le indagini sulla morte di Ismaele Lulli, il 17enne sparito domenica e ritrovato cadavere con un profondo taglio alla gola, a Sant’Angelo in Vado, non lontano da Urbino.

Il cadavere era riverso in un dirupo nei pressi della chiesa San Martino in Selva nera, dove sono stati scoperti anche due zainetti che sembrerebbero costituire una traccia interessante per gli investigatori.

I carabinieri del Reparto operativo di Pesaro hanno fermato due giovani albanesi, due ragazzi di 20 e 21 anni, uno residente a Urbania, l’altro a Sant’Angelo. I due, amici di Ismaele, sono stati interrogati per tutta la notte di lunedì , e in mattinata di ieri è stato disposto il fermo.

A quanto sembra ad ora il movente dell’omicidio sembra essere la pista passionale: Ismale frequentava una ragazza di Urbania, ex di uno dei due albanesi, che non avrebbe digerito lo sgarbo. Sullo sfondo, gli inquirenti non escludono piccoli debiti tra Ismaele e i due.

Loading...
Potrebbero interessarti

Roma, camion bar fuori dal centro storico dal 10 luglio

Purtroppo non c’è stato nulla da fare e l’ingiunzione ormai è diventata…

Lettere razziste a studentessa senegalese

Pisa. Una ragazzina di 14 anni, nata in Italia da genitori senegalesi,…