Pesaro, Ismaele sgozzato per gelosia dai due amici albanesi

La giustizia non riporterà di certo indietro Ismaele, ucciso a soli 17 anni, ma comunque servirà ad amici e parenti per accettare un dolore grandissimo.

Ismaele Lulli, giovane studente trovato sgozzato domenica nelle campagne di San Martino in Selva Nera, in provincia di Pesaro, è stato ucciso da due suoi amici, due ragazzi poco più grandi, suoi amici.

Gli aguzzini, rei confessi, sonoIgli Meta e Marjo Mema, di 19 e 20 anni, di origini albanesi: l’omicidio è maturato nella testa di Igli Meta per gelosia dato che Ismaele era molto amico della fidanzata di questi, che evidentemente non sopportava il rapporto amichevole tra l’amico e la propria ragazza.

I due lo hanno invitato a uscire per andare a fare un bagno al fiume, lui li ha seguiti senza problemi: lo hanno prima tramortito con un calcio alla testa, poi hanno cercato di legarlo con del nastro adesivo ed alla fine lo hanno colpito con una coltellata violentissima alla gola, quasi decapitandolo.

Dopo avere ucciso il giovane e averne gettato il corpo in un dirupo, i giovani albanesi sarebbero andati a fare il bagno al fiume sì, ma per lavare via il sangue della loro vittima.

“Ismaele non aveva altre colpe se non di conoscere altre persone che andavano negli stessi posti”, ha detto il colonnello Antonio Sommese.

Loading...
Potrebbero interessarti

Genova, travolto dal treno è vivo per miracolo: diffuso il video

È successo a Genova e più precisamente alla stazione ferroviaria di Genova…

Migranti, in 3000 soccorsi nel Canale di Sicilia

3000 migranti su 22 fra barconi e gommoni sono stati soccorsi nel…