Pink Floyd, reunion a supporto delle donne di Gaza

Purtroppo per i fans della storica band i componenti non si ritroveranno in uno studio di registrazione per incidere un nuovo album e neppure su un palco per un tour in memoria dei vecchi tempi: i Pink Floyd hanno infatti annunciato una sorta di reunion ma lo faranno esclusivamente per fini benefici.

David Gilmour, Nick Mason e Roger Waters hanno messo da parte i loro decennali dissapori e hanno annunciato una inattesa ‘reunion’ per sostenere la causa di un gruppo di attivisti filo-palestinesi: ad annunciarlo è stata la stessa band attraverso un post pubblicato sulla pagina Facebook ufficiale.

“Siamo uniti nel supporto alle donne della Gaza Freedom Flotilla e condanniamo il loro arresto a opera dell`esercito israeliano”, si legge sul social.

I tempi e i modi in cui i Pink Floyd sosterranno questa causa ancora non sono stati annunciati e al momento sai sa solo che il gruppo britannico è comunque al lavoro per realizzare questo progetto.

Ricordiamo che molto probabilmente la band non tornerà mai assieme: Rogers Waters ha infatti lasciato il gruppo nel 1985, anno in cui David Gilmour spiegò chiaramente che i Pink Floyd erano giunti al capolinea.

Next Post

Rolling Stones, il trionfo e l’omaggio ai Beatles

Per decenni sono stati considerati eterni rivali, ma la grandezza si riconosce anche dal rispetto reciproco e delle diversità altrui, e ancora una volta i Rolling Stones hanno dimostrato di essere dei grandissimi artisti, che meritano appieno la fama planetaria che si sono guadagnati. Nel primo giorno del megaconcerto con […]