Pompei, ennesimo scandalo

La foto parla da sola. E basta una sola immagine a provocare una protesta online che, in sole 48 ore, ha raggiunto oltre 500 mila utenti in tutto il mondo, vincendo una battaglia che vede al centro della scena uno dei più famosi monumenti di Pompei.

Grazie al gruppo Facebook “Salviamo Pompei” e la pagina pubblica Anima Vesuviana, di proprietà di Laura Noviello, il 6 settembre pubblicano uno scatto dell’utente Gerardo Vitiello raffigurante la bocca della Fontana dell’Abbondanza sul decumano inferiore, sfregiata da un rubinetto in plastica, di quelli da giardino. Quello scempio rovina tutto lo splendore del bassorilievo sulla vasca di primo secolo, ancora funzionante.

“Per decenni dalla fontana fuoriusciva un ben più consono rubinetto in ottone, atto a dissetare tutti i turisti in giro per gli scavi”, ha dichiarato Noviello. Il rubinetto è stato sostituito pochi giorni fa, al fine di evitare lo spreco d’acqua. “E’ giusto Ma c’è modo e modo per intervenire su un bene archeologico di duemila anni fa. Pompei si può sempre curare, ma senza intaccare la sua anima” ha continuato Noviello.

Dopo lo sdegno e l’enorme (e giustissima) polemica sulla scelta del nuovo rubinetto sostitutivo, la Soprintendenza ha deciso di sostituire il rubinetto incriminato con uno più consono al contesto archeologico. “E’ una piccola vittoria che condividiamo con tutti i pompeiani lega a questo enorme, nostro tesoro archeologico” ha concluso Noviello.

Loading...
Potrebbero interessarti

Arriva il test antidroga sulle strade di 19 città italiane

Purtroppo la cronaca nera ne è quotidiana testimone: sempre più incoscienti si…

Google denunciato da Cicciolina: mai girate scene osé con un cavallo

Cicciolina, al secolo Ilona Staller, proprio non ci sta e denuncia Google…