Puli, lo “strano” cane originario dell’Ungheria

Nel mondo esistono decine di specie di cani differenti, ognuna con le proprie caratteristiche e per gli amanti degli animali tutte bellissime.

O quasi: è indubbio infatti che ci sono delle specie più “particolari”, persino “strane” di altre, con caratteristiche talmente singolari da renderle più uniche che rare.

Un esempio è rappresentata dal cane di razza Puli, un pastore ungherese che i più “perfidi” hanno addirittura paragonato a un mocio, di quelli che si usano per pulire il pavimento, per intenderci.

Del primo esemplare di questa razza si sono trovate tracce in Iraq, sotterrato insieme al suo padrone: molto probabilmente era usato, come altre razze, come cane da pastore. Circa 1100 anni fa poi cominciarono ad arrivare in Ungheria, il paese a cui viene quindi attribuita l’origine del Puli.

Lo standard di questa razza è stato redatto nel 1921: di taglia media, con altezza compresa tra i 37 e i 44 cm, hanno la coda a forma di ricciolo piatto ricurvo verso il corpo e la testa piuttosto ovale. Le orecchie sono pendenti, a forma di “V” e dalla punta arrotondata. La caratteristica principale è però il pelo: il mantello è folto, composto da un pelo grosso di tessitura e da un sotto pelo fine. Il suo particolare manto è detto “cordato”.

Negli anni ha rischiato più volte di estinguersi, ma per fortuna è stato sempre salvato. Ed il contrario sarebbe stato un vero peccato: è infatti un cane molto intelligente, vivace e docile, oltre ad essere un buon compagno per i bambini, dato che li tratta come propri cuccioli senza mai esagerare nel gioco.

Loading...
Potrebbero interessarti

Farmacia, molti non conoscono il significato del simbolo

Tutti noi siamo andati certamente in farmacia e altrettante volte ci sarà…

Barack Obama 25 milioni di dollari per catturare Bin Laden

L’opinione pubblica è sempre stata scettica sulla cattura del numero uno di…