Quagliariello, appare definitiva la rottura con Angelino Alfano

Non è solo Forza Italia a perdere pezzi, né solamente il Pd a dover fare i conti con fazioni dagli obiettivi contrapposti al suo interno: anche Ncd perde uno dei suoi personaggi di punta.

L’ex ministro Gaetano Quaglieriello si è infatti dimesso dal ruolo di coordinatore del Nuovo centro destra (Ncd) in polemica con la gestione del presidente del partito e ministro dell’Interno Angelino Alfano. La conferma arriva da fonti interne al partito, dopo l’anticipazione nell’intervista a Monica Guerzoni sul Corriere.it. Un annuncio che sancisce la rottura rispetto alla linea espressa da Angelino Alfano, leader di Ncd e ministro (dell’Interno) del governo guidato da Matteo Renzi.

Già nei giorni scorsi, durante le votazioni per il nuovo Senato, Quagliarello aveva sottolineato come la votazione del ddl Boschi sancisse un possibile cambio di scenario politico: “Con questo voto – aveva detto – si chiude una fase politica”.

«Due anni fa abbiamo fatto una scelta dolorosa – spiega Alfano – ciascuno è libero di tornare indietro, noi abbiamo avuto coraggio, da quel coraggio non indietreggiamo neanche di un millimetro, perché vogliano rimettere l’Italia in carreggiata e difendere i nostri valori» precisando che «nessuno vuole andare con il Pd e non siamo una forza di sinistra»: questa la replica di Angelino Alfano.

“Ogni tanto qualche barlume di luce tra gli amici di Ncd. Obiettivo è ricostruire centrodesatra, non fare il tappetino di Renzi. Bene Quagliariello!”. Lo scrive su Twitter Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia a Montecitorio.

Loading...
Potrebbero interessarti

Maltempo, le vittime italiane sono salite a 10

Ieri tutto lo stivale, da nord a sud, è stato flagellato dal…

Riposto, bimba di 5 mesi muore in un’incidente stradale

Una mancata precedenza ad uno stop: questa la causa della tragica morte…