Rai, multa di 25 mila euro per la bestemmia di Tiberio Timperi

In televisione ormai se ne vedono di tutti i colori, e non è certo un pregio, ma se esiste un limite ancora invalicabile, ed è giusto che sia così, questo è rappresentato dalla bestemmia.

Soprattutto nella televisione generalista, che è poi quella di Stato, la bestemmia non può e non deve essere tollerata, e al di là di ogni moralismo, e della facile scusa usata dai più, per cui in televisione si vede molto di peggio quanto a nudo ed atteggiamenti al limite dell’osceno, è giust che una sanzione venga applicata.

E così l’Autorità per le Comunicazioni ha accolto la denuncia presentata dal Codacons e ha elevato, rende noto l’associazione dei consumatori, nei confronti della rete di Stato una sanzione da 25.000 euro per la violazione del Codice di Autoregolamentazione Media e Minori.

La vicenda riguarda l’episodio della bestemmia pronunciata su Raiuno da Tiberio Timperi il 18 ottobre del 2014, nel corso della trasmissione “Unomattina in famiglia”. Ora la Rai – fa sapere il Codacons – ha impugnato dinanzi al Tar del Lazio la sanzione, costringendo l’associazione ad intervenire dinanzi ai giudici a difesa del provvedimento dell’Agcom.

Il presentatore poi si scusò pubblicamente per lo spiacevole inconveniente.

Next Post

The Kolors, un singolo e un volo verso la California

Tanti sono stati gli ospiti illustri al Medimex di Bari, in questo 2015, da Gianna Nannini a Carmen Consoli, ma di certo i pù acclamati, da un foltissimo gruppo in primis formato da giovanissimi, sono stati i The Kolors. La band ha vinto l’ultima edizione di Amici raggiungendo un grandissimo successo in […]