Rai, multa di 25 mila euro per la bestemmia di Tiberio Timperi

In televisione ormai se ne vedono di tutti i colori, e non è certo un pregio, ma se esiste un limite ancora invalicabile, ed è giusto che sia così, questo è rappresentato dalla bestemmia.

Soprattutto nella televisione generalista, che è poi quella di Stato, la bestemmia non può e non deve essere tollerata, e al di là di ogni moralismo, e della facile scusa usata dai più, per cui in televisione si vede molto di peggio quanto a nudo ed atteggiamenti al limite dell’osceno, è giust che una sanzione venga applicata.

E così l’Autorità per le Comunicazioni ha accolto la denuncia presentata dal Codacons e ha elevato, rende noto l’associazione dei consumatori, nei confronti della rete di Stato una sanzione da 25.000 euro per la violazione del Codice di Autoregolamentazione Media e Minori.

La vicenda riguarda l’episodio della bestemmia pronunciata su Raiuno da Tiberio Timperi il 18 ottobre del 2014, nel corso della trasmissione “Unomattina in famiglia”. Ora la Rai – fa sapere il Codacons – ha impugnato dinanzi al Tar del Lazio la sanzione, costringendo l’associazione ad intervenire dinanzi ai giudici a difesa del provvedimento dell’Agcom.

Il presentatore poi si scusò pubblicamente per lo spiacevole inconveniente.

Loading...
Potrebbero interessarti

Il Segreto, anticipazioni sabato 26 settembre

Oramai gli appassionati di Il Segreto possono contare su di un palinsesto…

One Direction, ultimo live a X Factor Uk

Gli One Direction si sono presi una pausa, ed hanno emozionato le…