Raz Degan, tutte le sue verità!

L’Isola dei Famosi si è conclusa ed ad aggiudicarsi la vittoria, in un’edizione caratterizzata da ascolti non sempre eccezionali ma da polemiche e litigi tra i naufraghi come poche volte prima, è stato Raz Degan.

Il modello israeliano ha fatto un percorso tutto suo, rendendo onore quotidianamente all’isola e alla natura che gli dava sostentamento, ma scontrandosi con tutti gli altri naufraghi, con cui ha sempre rinunciato ad integrarsi.

Per la prima intervista pubblica, l’ex naufrago ha scelto i microfoni di Verissimo e ha Silvia Toffanin non ha nascosto per l’ennesima volta la poca stima provata verso i compagni di gioco.

Protagonista in studio di una sorta di ‘Uno contro Tutti’, ricordando le prime settimane in Honduras, Raz racconta: “All’inizio non sapevo nemmeno dove fossi. Fino alla terza settimana ero convinto di fare un programma che si chiama ‘Survivor’. Non sapevo cosa fosse un ‘confessionale’ e non capivo perché dovessi fare dei giochi”.

Poi le parole al vetriolo ai suoi ex compagni: “Non eravate facili da digerire, io ero uno ma voi eravate in tanti. Ogni vostro insulto mi ha reso più forte. All’inizio del percorso – prosegue – ho cercato di condividere con voi tutto, insegnarvi a pescare, costruire un riparo, scaldarvi, ma mi sono sentito sputato via dal gruppo in maniera clamorosa e me ne sono andato, preferendo la mia integrità. Inizialmente io posso passare per marziano, ma i marziani eravate voi. Il mio rimpianto – aggiunge scherzando – è stato quello di non avervi legato a un albero. Da casa avrei fatto il tifo per il paguro”.

Inevitabilmente il discorso è scivolato sul rapporto con Paola Barale:  “Io mi sono trovato in una dinamica inaspettata, dovevo aggiustare il tiro e non avevo confronti con l’esterno. Quando è arrivata Paola mi ha dato la conferma che non stavo sbagliando, lei sapeva realmente come stavo”. E aggiunge: “Ringrazio la bionda con tutto l’affetto del mondo, alla quale va in gran parte il merito di questa esperienza”.

Loading...
Potrebbero interessarti

Laura Pausini sposerà Paolo quando la figlia sarà più grande

È una mamma felice ed una compagna appagata, accanto al padre di…

Arnold Schwarzenegger: il mio sogno, diventare presidente degli Stati Uniti

A proposito di candidati e di campagne elettorali, siamo agli sgoccioli per…