Reazione a Catena, i Tre di Denari eliminati e licenziati

Quando sono stati eliminati dal programma, il pubblico intero è insorto: dopo la puntata del 19 giugno di Reazione a Catena, in cui i tre simpaticissimi Tre di Denari sono stati eliminati, il pubblico ha riversato sui social tutto il malcontento generato dalla mancata vincita dei campioni, sollevando il dubbio che il trio sarebbe stato penalizzato da domande più difficili rispetto alla squadra avversaria.

Francesco Nonnis, Marco Burato e Michael Di Liberto sono tre ragazzi della Brianza entrati nel cuore del pubblico italiano dopo la partecipazione al quiz show di rai 1: dopo il ripescaggio avvenuto quest’anno sono stati campioni per oltre 35 puntate aggiudicandosi un bottino di 400 mila euro.

Persino il conduttore, visto il polverone sollevatosi dopo la loro eliminazione, è dovuto intervenire, mezzo social, per cercare di chiarire il tutto:  “Grazie per l’attenzione con cui ci seguite! Come sapete il gioco Reazione a Catena ha delle regole stabilite da un regolamento che sta agli autori ed al notaio far rispettare, e mi comunicano quanto segue: per quanto riguarda i sinonimi, il regolamento prevede che un concorrente non possa usare nel formulare la domanda dell’ Intesa Vincente, una parola che sia sinonimo della soluzione. “Due pezzi” è sinonimo di ” Bikini” ma è composta da due parole che sono state dette da due concorrenti diversi. Ai sensi del regolamento né “due” né ” pezzi” sono direttamente sinonimi di bikini e quindi nessun concorrente ha usato un sinonimo”.

Amadeus quindi è intervenuto per precisare la questione sulla contestatissima risposta ‘bikini’, secondo molti determinante per la vittoria de ‘Le caffeine’ ai danni dei tre ragazzi, ma la polemica non accenna a placarsi.

Amadeus inoltre ha voluto tranquillizzare i fan dei trio comunicando che i Tre di denari torneranno prestissimo su Rai 1 e saranno ospiti di alcune puntate speciali dedicate al quiz show che da anni appassiona il pubblico da casa nella fascia del pre-serale.

Ma per i ragazzi ci sarebbe una notizia peggiore della loro eliminazione al quiz: “Il capo dell’azienda nella quale lavoriamo ha deciso di licenziarci, e la lettera è appena arrivata. L’anno scorso ci aveva dato il permesso di partecipare al programma, forse pensando che sarebbe stata un’assenza di pochi giorni. Poi però noi abbiamo vinto parecchio e quindi l’assenza si è prolungata. Così quando siamo tornati ci ha detto chiaro e tondo: ‘Non chiedetemi mai più niente di simile’ […] Quest’anno, quando abbiamo chiesto il permesso di partecipare alla nuova stagione di Reazione a catena, il titolare ci ha detto subito di no, e ci ha un congedato con un sinistro: ‘Pensateci bene perché se decidete di andare in tv ci saranno delle conseguenze”, hanno annunciato al settimanale “Oggi”.

Per fortuna in mezzo a una strada non ci finiranno: coi soldi messi da parte con le loro vincite potranno sposarsi e stanno anche pensando di aprire un pub: “Con i soldi che abbiamo vinto stiamo pensando di aprire un pub, e chiamarlo proprio Tre di Denari”.

Next Post

Gianni Sperti crede alla buona fede di Claudio Sona

Negli ultimi giorni, tra i fans di Uomini e Donne, non si è parlato d’altro, ed anche noi, quasi quotidianamente, abbiamo affrontato la questione, per dare gli aggiornamenti e raccontare le evoluzioni dell’intricata vicenda che sta tenendo banco ormai da settimane. Come tutto ormai saprete, Juan Sierra, ex fidanzato di […]