Red Hot Chili Peppers, in Bielorussia scambiati per i Metallica

Tutti i grandi artisti emergenti sognano di fare carriera, fino ad arrivare ad essere riconosciuti per strada, inseguiti dai fan e fare sold out ad ogni concerto.

Certamente i Red Hot Chili Peppers non sono una band emergente, anzi sono abituati a convivere con le incursioni dei fans , in ogni parte del mondo dove si recano a portare la loro musica, ma certamente è nuovo anche per loro quello che gli è accaduto in Bielorussia, e certamente neanche troppo lusinghiero.

I rocker californiani sono scesi in Bielorussia, in aeroporto, per uno scalo internazionale, e sono stati sì riconosciuti come celebrità, ma come quelle sbagliate: per il personale dell’aeroporto infatti, quelli non potevano che essere i Metallica!

Il bassista del gruppo rock statunitense ha raccontato su Instagram quanto gli è successo: “Siamo stati chiamati in ufficio dai funzionari della dogana in un aeroporto in Bielorussia e ci hanno chiesto di firmare cd e foto dei Metallica. Abbiamo cercato di spiegare loro che non eravamo i Metallica ma hanno insistito che firmassimo comunque. Loro avevano il potere. Be’, mi sono esibito una volta con i Metallica. Io amo i Metallica in ogni modo, ma io non sono Robert Trujillo”.

Per fortuna che loro hanno saputo prendere anche questa incredibile gaffe con ironia!

Loading...
Potrebbero interessarti

Alan Thicke: referto ufficiale, morto per la rottura dell’aorta

Sono già diversi giorni che molti piangono la scomparsa del simpaticissimo e…

Francesco De Gregori, spazzino per amore di Roma

Francesco De Gregori si improvvisa spazzino per amore di Roma. Abituati a…