Renzi, gli italiani non devono temere la situazione greca

Oggi sarà il grande giorno, quello che deciderà le sorti della Grecia: la popolazione è chiamata alle urne per esprimersi in un referendum, per decidere se sottostare o meno alle condizioni dei potenti d’Europa, per poter restare nella Zona Euro.

Una decisione attesissima da tutti, ma soprattutto dall’Italia, che oltre a temere, nonostante le rassicurazioni, un “contagio” da una eventuale Grexit, è anche parte in causa perché è uno dei creditori del paese ellenico.

A rassicurare nuovamente è il Premier Matteo Renzi, che torna a ripetere quello che ormai sembra un ritornello consolidato, stavolta al Tg 5: “Gli italiani non devono avere paura della crisi greca. L’Italia non ha paura di conseguenze specifiche sul nostro Paese. Se prima Italia e Grecia erano compagni di sventura, ora non è più così. Noi siamo quelli che risolvono i problemi, non il problema”, ha dichiarato il premier.

“Gli italiani – ribadisce – non debbono avere paura. Certo, la questione è politica, la partita è complessa. Ma l’Italia è un grande paese, smettiamola di raccontare l’Italia come il malato d’Europa. Non siamo più il malato d’Europa”, chiarisce.

A proposito dei commenti positivi di Angela Merkel all’azione del suo governo Renzi ha commentato: «L’Italia sta ripartendo ma c’è ancora troppo da fare, non possiamo pensare che si può festeggiare». E ancora: «I complimenti di Berlino non ci interessano, mentre mi interessano le buone notizie da Caserta, dalla Whirlpool, dall’ Ilva o da Monfalcone».

Next Post

Asti, tabaccaia trovata in fin di vita: forse una rapina finita male

Tutte le piste investigative sono ancora aperte, si battono tutte le strade per cercare cosa sia successo alla tabaccaia di Asti, che in queste ore lotta in un letto d’ospedale, sospesa tra la vita e la morte dopo un’aggressione a dir poco brutale. Maria Luisa Fassi, 54 anni, proprietaria di […]